Ancora una sconfitta per il Sorrento, ora è ultimo

foto-110

Ancora un fallo da ultimo uomo, ancora un rigore, ancora un’espulsione, ancora una partita persa. Il Sorrento anche contro il Pisa mostra tutte le sue debolezze e si ritrova ultimo in classifica, in compagnia del Barletta, sconfitto a Pagani e la Carrarese, che non va oltre lo 0 a 0 contro l’Andria.

 

La sconfitta del Sorrento maturata al campo Italia ha accentuato la delusione dei tifosi che, dopo aver assaporato la gioia del pareggio grazie a un rigore trasformato da Musetti, hanno visto la loro squadra nell’ultimo quarto d’ora in balia di un Pisa tutt’altro che irresistibile. Il fallo di Nocentini ha avuto un effetto devastante: espulsione, rigore per il Pisa, ultimi 12 minuti in dieci uomini e con la difesa traballante.

Un peccato, un vero peccato aver sprecato l’occasione di portare a casa un punto che poteva essere di platino in questo finale di campionato dove bisogna assolutamente evitare l’ultimo posto in classifica che significa la retrocessione diretta. Neanche l’innesto di Konan (al 15’ del secondo tempo) ha dato quella spinta in più all’attacco che tutti si aspettavano. Domenica prossima si va a Perugia, oggi vittorioso sul campo del Frosinone, e ancora una volta ci sarà da inventare il reparto difensivo. Insomma un’altra giornata da dimenticare per i tifosi del Sorrento: a sollevare gli animi, per fortuna, la presenza in tribuna di un tifoso d’eccezione, l’armatore Gianluigi Aponte che con la Msc è il primo sponsor della squadra rossonera.