Capri Watch fashion & Accessories

A Massa Lubrense aumenta la tassa di soggiorno

imposta-di soggiorno

MASSA LUBRENSE. Riunita la consulta per il Turismo del Comune di Massa Lubrense. I rappresentanti delle varie categorie legate al settore dell’accoglienza come albergatori, titolari di b&b, agriturismi e stabilimenti balneari, con le due Pro Loco, quella di Massa Lubrense e la Due Golfi, si sono confrontati con l’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco, Lorenzo Balducelli e dal suo vice con delega la Turismo ed agli Eventi, Giovanna Staiano. Alla riunione, coordinata dalla responsabile del settore Turismo del Comune costiero, Cristina Palumbo, ha preso parte anche il responsabile di Federalberghi Campania Costanzo Iaccarino.

Dopo una disamina della positiva stagione turistica passata, la consulta ha analizzato gli impieghi della tassa di soggiorno e gli eventi per i turisti messi in campo dal Comune e dalle associazioni presenti sul territorio. Discussa anche l’applicazione delle sanzioni per il mancato o ritardato versamento dell’imposta da parte delle strutture ricettive. Su questo argomento, rilevato che le stesse erano previste dal regolamento comunale approvato nel 2012, il sindaco si è impegnato a rivedere a breve il sistema sanzionatorio con un nuovo regolamento che sarà portato in tempi rapidi in Consiglio comunale. Questo anche in considerazione delle esigenze degli operatori soprattutto del settore alberghiero che lamentano il pagamento dilazionato delle agenzie e dei tour operator. La tesi, che è stata condivisa dall’amministrazione, è che se i pagamenti delle agenzie avvengono a 90 giorni, i titolari delle strutture non possono anticipare oltre alle spese di stipendi e forniture anche quelle della tassa di soggiorno.

Sempre sul tema della tassa di soggiorno l’amministrazione ha proposto anche un aumento della tassa di 50 centesimi al fine di potenziare il sistema di trasporti anche con l’istituzione di una autolinea interna, di nuovi investimenti nella sentieristica e nella cartellonistica turistica e della riqualificazione delle zone più gettonate dagli escursionisti. I componenti della consulta per il turismo si sono dati appuntamento per il mese di maggio per una nuova riunione.