Capri Watch fashion & Accessories

Una petizione per continuare le ricerche di Luigi Celentano

luigi-celentano

META. Una petizione per tenere alta l’attenzione sulla sorte di Luigi Celentano, il ragazzo scomparso il 12 gennaio del 2017. L’allora 18enne è stato visto per l’ultima volta verso le 2 del mattino nella zona collinare di Vico Equense dove era stato in visita ad uno zio. Dal quel momento si sono perse le sue tracce.

Ora ha preso il via attraverso la piattaforma change.org, una raccolta di firme che in pochi giorni ha ottenuto già 250 adesioni. Petizione indirizzata ai sindaci di Meta, Piano di Sorrento e Vico Equense, oltre che ai carabinieri, alla Prefettura di Napoli ed alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata che sulla misteriosa sparizione di Luigi Celentano ha avviato un’indagine all’indomani della segnalazione lanciata dalla madre.

“Ci chiediamo Luigi che fine abbia fatto – si legge nella petizione -. È riuscito ad andare via per rifarsi una vita più serena oppure qualcuno gli ha fatto del male? Noi vogliamo aiutarlo e fargli sapere che non è solo”. I carabinieri del capitano Marco La Rovere hanno seguito diverse piste. Tra queste quelle che sembravano più accreditate volevano Luigi vittima di atti di bullismo o coinvolto in un giro di incontri clandestini di boxe.

Ipotesi che non hanno trovato riscontro. Per questo gli inquirenti si sono poi indirizzati verso la pista dell’allontanamento volontario, tanto che nessun nome è stato iscritto nel registro degli indagati. “Vogliamo la verità, vogliamo sapere che cosa gli è accaduto – spiegano ancora i promotori della raccolta di firme -. Chiediamo che tutte le possibili verifiche siano effettuate e che Luigi, ragazzo solitario e sensibile, non sia dimenticato”.