Capri Watch fashion & Accessories

Turismo. Sorrento verso il sold out per le feste

albero-piazza-tasso-2021

L’onda lunga della seconda parte di stagione fa sentire i suoi effetti fino a Natale e Capodanno. Il turismo, settore trainante dell’economia di Sorrento e dintorni, dopo i mesi bui della pandemia e dei lockdown, ha mostrato da luglio in poi chiari segnali di ripresa, facendo segnare numeri importanti, quasi da sold out, vicino ai livelli del 2019. La ripartenza dei collegamenti aerei con il Regno Unito dai primi di settembre non ha fatto altro che consolidare il trend in crescita per l’ultima parte dell’estate ed anche per l’autunno.

Lo conferma il fatto che anche durante i mesi di ottobre e novembre in costiera non sono mancati gli ospiti provenienti da Gran Bretagna, Germania, Francia e Spagna. Si trattava quasi esclusivamente di singoli o piccoli gruppi familiari alloggiati presso strutture extralberghiere del territorio. Intanto arrivavano già le prime prenotazioni per il periodo delle feste, quello che potrebbe segnare la definitiva uscita dalla crisi.

“Per diverse settimane le richieste sono arrivate a ritmo sostenuto – sottolinea Costanzo Iaccarino, presidente Federalberghi Campania e Penisola Sorrentina – poi è arrivato un rallentamento che ritengo fisiologico, ma le prospettive sono positive”. “Ci sono molte richieste ed arrivano anche le prime conferme – aggiunge Gino Acampora, tour operator ed albergatore -. In genere, tra Natale e Capodanno, Sorrento e la Campania rappresentano la meta privilegiata dei viaggiatori italiani, ma non manca l’interessamento dall’estero”.

Per le feste alberghi quasi tutti aperti e con una percentuale di occupazione delle stanze che dovrebbe essere superiore all’80 per cento, “ma ci aspettiamo il pienone nei giorni a cavallo del Capodanno”, chiarisce Iaccarino.

Prospettive positive, quindi, anche se non mancano i timori considerando che l’emergenza Covid non può dirsi ancora alle spalle, anzi. Ciò che accade in questi giorni in molti Paesi esteri non fa altro che aumentare il clima di incertezza. “L’aumento dei casi chiaramente preoccupa – conferma Acampora – ma siamo fiduciosi, la gente ha voglia di viaggiare. Il rischio di nuovi cambi di colore di qualche Regione esiste, speriamo non tocchi alla Campania, ma è difficile fare previsioni in questo momento, dobbiamo insistere con i vaccini con la terza dose ed il Green pass”.

Dello stesso avviso anche il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, il quale evidenzia come “la città si prepara ad accogliere, in sicurezza, turisti e visitatori che sceglieranno la nostra destinazione in occasione delle festività natalizie». Per fortuna in Italia la situazione sembra essere meno allarmante rispetto al resto d’Europa e questo potrebbe influire positivamente sull’incoming per le vacanze di Natale, considerando che si punta soprattutto sul turismo di prossimità.

“A questo proposito – conclude il tour operator Acampora – ci può aiutare anche il bel programma di eventi e spettacoli inclusi nella rassegna M’Illumino d’Inverno predisposto dall’amministrazione comunale che potrebbe attrarre turisti, anche se forse andava pubblicizzato un po’ prima”. Anche il sindaco Coppola ripone molta fiducia nella qualità delle manifestazioni in calendario nel corso delle prossime settimane. “Abbiamo organizzato un ricco cartellone di eventi che spaziano dal teatro alla musica, dall’arte all’enogastronomia, dal folclore alla tradizione – spiega il primo cittadino di Sorrento -. Senza dimenticare spettacoli ed intrattenimento per i più piccoli. Le numerose prenotazioni che si registrano in queste ore, lasciano ben sperare per un fine anno e un inizio di quello nuovo all’insegna di una ulteriore ripresa del turismo, e dell’intera economia della nostra città”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play