Capri Watch fashion & Accessories

Slitta ancora la riapertura della Funivia del Faito

funivia-Faito

VICO EQUENSE. Se tutto va bene se ne parla a fine luglio. Si accumulano ritardi su ritardi per la riapertura al pubblico della Funivia del Faito. In un primo momento si ipotizzava che l’impianto sarebbe tornato in funzione tra aprile e maggio, poi i tempi lunghi per la realizzazione dei lavori continuano a provocare rinvii ed ora si pensa che la “panarella” possa riprendere le sue corse a fine luglio se non anche più tardi.

Una situazione che sta creando pesanti problemi agli operatori turistici della zona che, dopo la riapertura dello scorso anno, per l’estate 2017 contavano in un grande rilancio del Monte Faito dal punto di vista dell’attrattività. Invece si trovano a fare i conti con continue disdette. E la situazione non sembra destinata a migliorare in tempi brevi.

Infatti dall’Eav, azienda che gestisce la Funivia, fanno sapere che la riapertura entro l’estate sarà già un successo considerata la complessità delle opere in corso. Questi impianti, infatti, ogni 60 anni devono essere sottoposti ad un adeguamento strutturale e normativo. La vita tecnica di quello del Faito, inaugurato nel 1952, è terminata nel 2012. L’apertura dello scorso anno è stata possibile solo grazie a una proroga straordinaria rilasciata dal ministero.

Gli interventi sono partiti a gennaio. Poi è stato riscontrato il degrado di travi e pilastri per cui si è resa necessaria una variante progettuale meno invasiva sulle strutture esistenti con il conseguente allungamento dell’iter autorizzativo presso gli organi competenti. Tra le novità previste a seguito del riavvio della Funivia, l’istituzione a Castellammare di Stabia di una fermata del Campania Express e il prolungamento dell’orario dei treni fino alle 22.

Download on app storeDisponibile su Google Play