Capri Watch fashion & Accessories

Scatta la chiusura per il Centro di igiene mentale di Sorrento

centro-salute-mentale-sorrento

SORRENTO. Il Centro di igiene mentale chiude i battenti, anche prima del previsto. L’Asl Napoli 3-Sud non vuole sentire ragioni e, nonostante la mobilitazione di cittadini e amministratori locali, ha deciso di fermare l’attività presso l’immobile di via del Mare, a Sorrento, considerato “incompatibile con l’attività psichiatrica” a causa dell’esiguità degli spazi, della particolare conformazione delle vie d’uscita e della presenza di barriere architettoniche.

Mentre si lavora alla dismissione della struttura, per il fitto della quale l’Azienda sanitaria versava centinaia di migliaia di euro all’anno ai proprietari, si sta procedendo anche a trasferire i dieci pazienti psichiatrici gravi (nove della Costiera ed una di Castellammare di Stabia). Due psicotici cronici sono stati alloggiati in un Centro di salute mentale a Terzigno, per tre schizofrenici si sono invece aperte le porte di una struttura a Castellammare. Una sesta paziente, invece, è stata accolta in casa da un familiare. A breve altri due malati andranno a Terzigno, una a Pimonte, mentre l’ultima troverà posto a Castellammare.

Trasferimento in vista anche per il personale. Si tratta di sei psichiatri, due psicologi, due assistenti sociali e 13 infermieri che a breve prenderanno servizio nell’ex ospedale di Sant’Agnello dove offriranno assistenza ai circa mille malati affetti da disturbi più lievi che fanno riferimento al Centro della costiera sorrentina.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play