Capri Watch fashion & Accessories

Scatta il divieto di balneazione per la spiaggia del Purgatorio a Meta

spiaggia-purgatorio-meta

META. I dati Arpac sulla qualità del mare della costiera sorrentina diffusi alcuni giorni fa avevano evidenziato la presenza di agenti inquinanti nel tratto di litorale denominato del Purgatorio. Una situazione che faceva presagire che a breve sarebbe arrivata la prima stretta sui tuffi del 2019. E così è stato. Il sindaco di Meta, Giuseppe Tito, sulla base dei risultati dei test si è visto costretto ad emanare un’ordinanza che impone il divieto di balneazione nella zona, una brutta tegola per gli operatori balneari dell’area visto che siamo ancora nel lungo ponte festivo che va da Pasqua fino al primo maggio.

Le analisi eseguite nei laboratori dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania sui campioni di acqua acquisiti la scorsa settimana hanno evidenziato la presenza oltre i limiti dei batteri dell’escherichia coli (831 contro un massimo di 500). L’Arpac nella sua relazione tecnica evidenzia anche quali potrebbero essere le cause della presenza in mare di inquinanti: “rivolo Purgatorio, rivolo Lavinola o scaricatore troppo pieno”. Ora si attende l’esito delle controanalisi per disporre eventualmente la revoca del divieto.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play