Capri Watch fashion & Accessories

Salvataggi e multe nelle acque della Campania

gommone-capitaneria

Anche nella settimana appena trascorsa la Guardia Costiera della Campania è stata impegnata in diversi interventi di soccorso ed in una intensa attività di controllo nell’ambito della più ampia pianificazione operativa regionale. Gli uomini, le donne ed i mezzi navali, impiegati dal sud del Cilento sino ai confini con il Lazio, hanno effettuato diversi interventi principalmente in favore di bagnanti e persone imbarcate su unità da diporto in difficoltà.

Circa trenta le persone tratte in salvo nel solo fine settimana, tra le operazioni effettuate possono essere citate quella in soccorso dei cinque occupanti un natante in procinto di affondare a Capri, tra cui due bambini, e di 6 persone a bordo di un natante capovoltosi nelle acque di Salerno.

Intensa anche l’attività sulle spiagge che ha visto gli uomini del corpo impegnati, tra l’altro, nelle ricerche di un bambino che si era allontanato dai genitori su di una spiaggia di Mondragone, prontamente ritrovato. Particolarmente incisiva anche l’attività di controllo finalizzata a garantire una sicura ed ordinata fruizione del mare e delle spiaggie. Diverse le condotte illegittime sanzionate, dalla conduzione di unità da diporto senza patente nautica all’occupazione abusiva di area demaniale marittima che ha portato al sequestro di 250 mq in località Mondragone.

Particolare menzione merita l’attività effettuata in cooperazione con i militari del Corpo della Guardia di Finanza – Reparto operativo Aeronavale di Napoli, nelle acque prospicienti il porticciolo di Baia: numerosi i controlli effettuati in esito ai quali sono stati elevati tre verbali amministrativi. Ma anche rilasciati diversi bollini blu in favore di diportisti “virtuosi”.

Una nuova occasione di collaborazione istituzionale che si sviluppa nel solco della costante e proficua sinergia tra Guardia Costiera e Guardia di Finanza. Sulla base dell’analisi statistica anche degli ultimi interventi di soccorso si raccomanda prudenza, controllo attento di mezzi e dotazioni prima di intraprebndere la navigazione e soprattutto rigoroso rispetto delle regole nella consapevolezza che sono destinate a tutelare la propria e l’altrui incolumità.