Capri Watch fashion & Accessories

Museo Correale, il Pd: “Più cura per il patrimonio culturale”

Museo_Correale_di_Terranova

SORRENTO. La città dispone di un patrimonio storico-artistico-culturale dal valore inestimabile. L’amministrazione comunale di Sorrento è, quindi, chiamata ad attivarsi per tutelare e valorizzare questi tesori, tra i quali un posto di assoluto rilievo è riservato al Museo Correale di Terranova. E’ su questi presupposti che i dirigenti del Partito Democratico hanno lanciato un appello al sindaco Cuomo ed alla sua Giunta:

“La situazione culturale all’interno del Comune di Sorrento è ai minimi storici – si legge in una nota del Pd diffusa oggi -. L’offerta culturale e la cura del patrimonio storico e artistico sono ben lontane dal livello di attenzione che meriterebbero.

In questo discorso entra a pieno titolo il Museo Correale di Terranova. Il valore artistico e culturale del Museo è sempre più trascurato a discapito dell’utilizzo della struttura per eventi e manifestazioni di vario tipo, dai matrimoni all’uso della terrazza da parte del vicino albergo, mentre ben poca è l’attenzione riposta nella valorizzazione delle opere. Tale situazione è senza dubbio imputabile all’attuale amministrazione del Museo, nella quale mancano le necessarie competenze specifiche per il rilancio della collezione dei fratelli Correale.

Quali risultati sono stati raggiunti negli ultimi anni in termini di ingressi e visite? Quante opere sono state recuperate ed esposte al pubblico? In che modo è stata agevolata la fruizione da parte di cittadini e turisti? Come ha contribuito il Museo Correale alla crescita e alla formazione culturale della Città di Sorrento? A tutte queste domande, poste nel tempo da cittadini, critici e dal sottoscritto circolo cittadino del Partito Democratico, non v’è mai stata risposta.

La poca trasparenza nella gestione e i forti dubbi sull’utilità di un’amministrazione di scarso valore culturale, infatti, sono più volte state bersaglio di critici ed esperti d’arte, che negli ultimi anni non hanno mancato di far notare le notevoli incongruenze, gli sprechi e le incompetenze nel settore da parte del management del Museo.

E’ necessario che l’amministrazione comunale agisca per essere parte attiva nel rilancio del Museo Correale, cercando di imprimere un netto cambio di rotta in discontinuità con i fallimenti del recente passato.

Come Partito Democratico di Sorrento riteniamo che non sia pensabile attuare logiche clientelari a discapito di quelle meritocratiche, e che sia necessaria la presenza di personalità dotate di adeguate conoscenze e competenze nella gestione dei beni culturali all’interno degli organismi direttivi del Museo.

In questi giorni sono in atto i procedimenti per la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione, essendo scaduti i precedenti mandati di durata pari a 6 anni. L’attuale rappresentante del Comune di Sorrento, il ragionier Gaetano Mauro, di cui non si discutono le qualità umane e professionali, è però lontano dalla nostra concezione di meritocrazia, non presentando all’interno del proprio curriculum (presente sul sito istituzionale del Comune di Sorrento) le adeguate esperienze e gli adeguati titoli specifici del settore.

La nomina di Gaetano Mauro, probabilmente confermata, gli consentirà (in base al criterio dell’anzianità di nomina sancito dallo Statuto) di assumere la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione, figura di primo piano nella gestione del Museo. Al contrario, consideriamo maggiormente qualificata al ruolo la neo-consigliera del Museo, dottoressa Maria Grazia Leonetti Rodinò.

Nell’ottica di un rilancio del valore artistico e culturale del Museo, riteniamo che la Presidenza del CdA debba essere ricoperta da una figura in possesso dei titoli e delle competenze necessarie per una sua definitiva valorizzazione, e non rientrare nei processi di spartizione politica della città da parte dell’attuale maggioranza di governo”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play