Capri Watch fashion & Accessories

La Shedirpharma Sorrento torna alla Vittoria, 3-2 su Sabaudia

sorrento-sabaudia-131122

Rullano i tamburi al PalAtigliana, ed in un tripudio di suoni e colori gli uomini di coach Nicola Esposito tornano a sorridere mettendo finalmente alle spalle una serie negativa di 3 partite, seppur con 2 punti messi in cascina tra Tuscania e Casarano.

I costieri contro Sabaudia si portano subito avanti di un set trascinati da un super Albergati (8 punti personali) e dal Tigre Cuminetti freddissimo nelle battute finali. Sabaudia pareggia i conti, ma la verve di Maretti e la solidità a muro di Remo e Buzzi mandano gli uomini di coach Esposito sul 2-1. Quarto parziale folle: Sorrento in difficoltà e sotto -7 (12-19) a oltre metà set, quindi recupero impetuoso fino al match point (24-23) da 3 punti.

I pontini restano però aggrappati con le unghie alla partita: pareggiano e con un break pesantissimo forzano la chiusura al tie-break. Regna l’equilibrio fino all’8-8 del quinto set, poi la parallela esterna di Albergati che pizzica la riga esterna dà nuova linfa al roster sorrentino che si aggrappa alle ultime energie rimaste per chiudere 15-13.

Albergati top-scorer con 24 punti, seguito in doppia cifra da Cuminetti (14) e Starace (11). 3 i muri di Remo sui 6 complessivi di squadra, per un fondamentale sempre preziosissimo nei momenti cruciali.

Coach Nicola Esposito parte con Aprea regista in diagonale con Albergati, Starace e Cuminetti in posto 4, Buzzi e Remo al centro, Donati libero. Risponde Sabaudia con Schettino/Rossato, Zornetta/De Paola, De Vito/Tognoni, Rondoni libero.

PRIMO SET.
Entrambe le squadre partono un po’ contratte, poi Albergati trova l’incrocio delle righe, monster block di Remo su De Paola e poi primo tentativo di allungo biancoverde sull’ace di capitan Aprea baciato dal nastro (6-4). Buzzi affonda in primo tempo, Starace finalizza perfettamente sul bagher di Donati, quindi Albergati toglie la polvere dalla riga di fondo costringendo coach Saccucci ad interrompere temporaneamente le ostilità (9-5). Aprea va ad una mano da Buzzi, Albergati trova due punti di fila e poi Starace risponde a De Paola con un block-out su Rossato (13-9). Albergati incrocia, Buzzi replica a De Paola, quindi Sabaudia rientra pericolosamente sotto con Rossato sul 16-14. Funziona la combinazione Aprea/Remo, Starace fa esplodere il PalAtigliana dopo 2 recuperi in tuffo di Donati (20-16), quindi sale in cattedra Cuminetti con un lungolinea che non lascia scampo (22-18). El Tigre è in trance agonistica: diagonale stretto e slash imperiosa per regalare a Sorrento 5 preziose palle set (24-19). Zornetta e De Vito provano a tenere Sabaudia in vita, ma il 7° punto personale di Albergati chiude tutto sul 25-21.

SECONDO SET.
Cuminetti inizia da dove aveva lasciato a fine primo set, ovvero bombardando senza soluzione di continuità. Remo risponde a Tognoni nei 3 metri, quindi ancora Cuminetti e Albergati sull’insolito assist di Remo in versione regista fissano il punteggio sul 7-6. Break pontino sul turno di Zornetta dai 9 metri (7-9), Sorrento risponde immediatamente (10-9), ma i contrattacchi degli ospiti funzionano alla grande ed in un attimo è 10-13. Buzzi va a segno, Rossato trova il servizio vincente, Starace colpisce da zona 4, ma Sabaudia accelera ancora e vola sul +4 (14-18). Entrano Maretti e Piedepalumbo, ma non cambia l’inerzia del set (17-23). Buzzi mette le mani in faccia a Zornetta, Albergati trova un bel diagonale, ma la traiettoria insidiosa di De Paola vale il 19-24. Albergati annulla la prima palla set, ma Tognoni non perdona ed il match torna in equilibrio (20-25).

TERZO SET.
Gli uomini di coach Nicola Esposito reagiscono di rabbia (2-0), De Vito non trova il campo dai 9 metri, Albergati replica a De Paola, ma Sabaudia continua a sbagliare troppo al servizio (saranno 9 gli errori in questo fondamentale a fine set) ed i biancoverdi ringraziano (6-4). Albergati spazzola la riga laterale, Maretti trova il mani fuori a conclusione di uno scambio lunghissimo, quindi De Paola attacca out dopo una difesa in extremis dei pontini su magia di seconda firmata Aprea (10-10). Sabaudia prova ad accelerare (10-13), entra Piedepalumbo e sul turno al servizio del palleggiatore costiero c’è il break con doppio Albergati ed un monster block di Cuminetti su Rossato (13-14). El Tigre gioca con le mani del muro, Maretti fa esplodere il Palazzetto di Sorrento mettendo giù un pallone pesantissimo al termine dello scambio più bello dell’intero incontro (16-16). Sorrento alza i giri del motore: Albergati cerca e trova le mani di Rossato, Maretti pizzica la riga esterna dopo un prezioso salvataggio di Remo, quindi Albergati fa malissimo al servizio e trova l’ace del 21-18. De Vito non trova le misure del campo, Maretti esulta dopo un servizio vincente (23-19), Malvestiti serve in mezzo alla rete (24-20), ed alla prima occasione utile Buzzi può festeggiare alzando la saracinesca su De Paola per il 25-20 finale.

QUARTO SET.
Il roster costiero allenta un attimo la tensione e coach Esposito si vede costretto a chiamare la prima sospensione tecnica sullo 0-4. Albergati e Remo ricuciono (2-4), Zornetta crea più di un grattacapo dai 9 metri (3-7), quindi Albergati va a chiudere dopo un’efficace difesa su Rossato (5-7). Piedepalumbo va in 4 da Cuminetti (6-8), ma i pontini difendono tutto e costringono Sorrento a giocarsi l’ultimo time-out già sul 7-12. Dentro Aprea e Starace, con il martello biancoverde che picchia subito forte a tutto braccio. Il parziale sembra irrimediabilmente compromesso quando i pontini salgono 12-19, ma il volley sa sfuggire ad ogni regola scritta come nessun altro sport. Starace va a segno in pipe, seguito da Buzzi che vince il duello con Tognoni. Capitan Aprea cambia bocca da fuoco, e stavolta ci pensa Cuminetti prima in diagonale e poi con una bordata pesantissima in parallela esterna (16-20). De Paola dai 9 metri centra in pieno l’asticella, Zornetta si arrende al nastro, quindi coach Esposito si gioca la carta Gargiulo per offrire maggiore imprevedibilità al servizio. La mossa sortisce i suoi effetti: subito slash vincente di Starace, e attacco affrettato di Zornetta che non trova il taraflex (20-22). Remo è freddissimo, Zornetta stringe troppo il diagonale e non trova il campo, Remo sovrasta Zornetta nei 3 metri, e poi lo stesso centrale biancoverde con una slash perentoria porta per la prima volta Sorrento avanti nel momento cruciale della partita (24-23). I padroni di casa non sfruttano il contrattacco per portare a casa i 3 punti, Sabaudia prende fiducia e guidata da Zornetta ribalta tutto in un batter d’occhio forzando il tie-break (24-26).

QUINTO SET.
Albergati è letale: subito a segno con una bordata in zona 6 e poi con una traiettoria diagonale impossibile da difendere. Sabaudia tenta l’allungo sul 2-4, ma il turno al servizio di Starace è una sentenza: 2 ace, con il coach pontino a chiedere time-out sul 6-4. Al rientro in campo Albergati mette subito le cose in chiaro (7-4), Cuminetti non perdona e Sorrento va al cambio campo sull’8-5. I gialloblù non mollano, ed agguantano subito il pari, ma un attacco lungolinea di Albergati (confermato al videocheck) riporta i costieri avanti (9-8). De Paola non trova il campo, stesso esito per l’attacco di Zornetta ed il servizio in rete di Mastracci regala agli uomini di Nicola Esposito un cospicuo vantaggio (13-10). Entra Gargiulo in battuta, ed è subito monster block di Remo su De Paola (14-10). A un passo dal traguardo trema un po’ il braccio (14-13), ma ci pensa il solito Albergati ed evitare complicazioni, mettendo giù il 24° punto personale che vale 2 punti di platino (15-13).

Il centrale Stefano Remo: “Era importante vincere per smuovere la classifica dopo 3 sconfitte consecutive, anche se dispiace non aver sfruttato nel quarto set il contrattacco per chiudere la partita e portare a casa 3 punti. La prima davanti a questo pubblico meraviglioso è stata emozionante, ed ora subito testa a Roma per proseguire il nostro percorso”

L’opposto Daniele Albergati: “La squadra ha dimostrato di avere molta grinta, perché anche in quei set dove siamo andati 6/7 punti sotto, abbiam recuperato arrivando sempre punto a punto. È stata una gara mentalmente tosta: Sabaudia ci ha messo in difficoltà servendo bene e sbagliando poco, noi abbiam fatto qualche errore di troppo, ma nel quinto set abbiamo dato tutto quello che avevamo portando a casa 2 punti preziosi”

SHEDIRPHARMA SORRENTO – SABAUDIA VOLLEY 3-2 (25-21, 20-25, 25-20, 24-26, 15-13)

SHEDIRPHARMA SORRENTO: Aprea 2, Albergati 24, Starace 11, Cuminetti 14, Buzzi 5, Remo 8, Donati (L). Cambi: Pontecorvo (L), Maretti 7, Piedepalumbo 1, Gargiulo. N.e.: Imperatore, Grimaldi. All: N. Esposito

SABAUDIA VOLLEY: Schettino 2, Rossato 13, Zornetta 24, De Paola 14, De Vito 6, Tognoni 12, Rondoni (L). Cambi: Mastracci, Malvestiti 5. N.e.: Meglio (L), Catinelli, Molinari. All: M. Saccucci

Primo Arbitro: Christian Palumbo
Secondo Arbitro: Danilo De Sensi

Durata set: 27’, 28’, 30’, 33’, 26’.

Ace: 5-6. Battute Sbagliate: 13-21. Muri: 6-13

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play