Capri Watch fashion & Accessories

Housing sociale Sant’Agnello, sgombero sospeso fino a sentenza. Ricorso della Procura

complesso-edilizio-sequestrato-sant'agnello-1

Potranno restare negli appartamenti fino alla sentenza definitiva. Una boccata di ossigeno per le 37 famiglie che hanno occupato le case di housing sociale di via Monsignor Bonaventura Gargiulo a Sant’Agnello. Abitazioni che formalmente sono sotto sequestro poiché la Procura ritiene siano abusive. La decisione è del Gip del Tribunale di Torre Annunziata, lo stesso giudice che, accogliendo la tesi della Procura, aveva rinviato a giudizio sedici persone tra cui il sindaco Piergiorgio Sagristani.

Venerdì il tribunale oplontino ha sciolto la riserva sull’incidente di esecuzione presentato dai legali, che avevano chiesto una sospensione o una ulteriore proroga dello sgombero, ordinato dalla Procura lo scorso maggio, in seguito alla conferma di due dei tre sequestri arrivata in sede di Riesame e in Cassazione.

Nelle motivazioni, il giudice ha indicato alla Procura soluzioni alternative allo sgombero, come il sequestro delle somme di denaro versate dagli occupanti alla società per abitare negli alloggi. Al momento, però, dalle prime verifiche eseguite pare che sui conti societari non vengano più versati gli acconti.

Nel frattempo la Procura di Torre Annunziata ha preannunciato ricorso in Cassazione contro la sospensiva dello sgombero, ritenendo giuste le motivazioni che avevano portato ai vari sequestri eseguiti ed al successivo ordine di lasciare le case imposto alle 37 famiglie.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play