Capri Watch fashion & Accessories

Festivà, giovani artisti per promuovere la costiera sorrentina

Sei-di-sorrentose

Nel gennaio 2021 si forma un gruppo di giovani professionisti romani e sorrentini, i quali hanno deciso di mettere al servizio di un progetto comune la loro esperienze e conoscenze nei settori creativo, imprenditoriale e della comunicazione. Da questo magma post pandemico di cervelli irrequieti nasce l’idea di Festivà (abbreviazione di festival in dialetto partenopeo): un dialogo tra artisti emergenti ed il patrimonio culturale e paesaggistico della penisola sorrentina. L’immagine intesa come fotografia, video, proiezione o light design sarà lo strumento di questa conversazione.

Con mostre in città e percorsi artistici in costiera, lo spazio urbano e la natura verranno invasi dall’arte, generando un’inedita proposta culturale e l’opportunità di attirare in città un turismo diverso. Infatti, già tremila anni fa, Omero o chi per lui battezzò Sorrento come La Terra delle Sirene, ambientandovi la leggenda delle tre fanciulle mitologiche. Dopo di lui molti altri rimasero ammaliati e trassero ispirazione da Sorrento, che divenne infatti una delle mete del Grand Tour, il viaggio compiuto in Europa tra Settecento e Ottocento da giovani aristocratici e intellettuali come Charles Dickens, Walter Scott, Stendhal, Nietzsche o ancora, Wagner.

Festivà vuole riprendere le orme di tale fermento intellettuale, inserendosi in una tradizione lasciata stagnare negli ultimi decenni, sostituita dal turismo hype e instagrammable ormai tipico della stagione estiva in costiera.

Il collettivo si pone quindi il triplice obiettivo di:
– Mostrare il lavoro di artisti emergenti: Inviati a confrontarsi con la storia, la cultura e il territorio di Sorrento, gli artisti invitati, nazionali e internazionali, avranno l’opportunità di creare delle opere site-specific in luoghi unici, ai quali non avrebbero accesso altrimenti.
– Valorizzare il territorio e il patrimonio attraverso l’arte contemporanea: le creazioni artistiche verranno ospitate proprio dai luoghi del patrimonio storico (chiostri, torri, antiche mura) e naturalistico (grotte, ninfei, giardini) restituendogli una nuova vita.
– Creare una sinergia durevole tra territorio, artisti e comunità locale: Festivà è anche una piattaforma, un laboratorio di idee, un network per innestare una collaborazione a lungo termine tra gli enti locali, le risorse commerciali ed economiche del luogo e la scena di artisti emergenti.

A chi si sente partecipe di questi obiettivi i promotori chiedono un contributo qualsiasi che li aiuti ad esprimerli pienamente in un programma di eventi sempre più concreto e intraprendente. Per questo hanno lanciato un crowdfunding. Questo il link per partecipare alla raccolta fondi: https://www.gofundme.com/f/aiutaci-ad-esistere-festiva-sorrento?qid=7fdcc7be81d7af068a22d4bc167c8c9f&fbclid=IwAR00ulo5TQ0yEcGerpbyhP7Y-LKilsm7q2dDDOepkSUA7u0E8sgqEeMbq5k

Incipit: il primo evento diffuso di Festivà

Dal 1 al 3 ottobre 2021, in tre location diverse, avranno luogo le mostre e performance di artisti scelti da Festivà in alcuni casi per il loro legame con il territorio campano, in altri casi per iniziare a tessere questo fil rouge, inscenando la loro performance sul territorio e rendendolo parte di essa. Il programma comprende concerti, aperitivi e serate in cui vorremmo che l’aggregazione raggiungesse il suo culmine nello scambio di emozioni, opinioni e critiche, e più semplicemente per condividere a pieno il mood Festivà!

Il programma:

Venerdì 1 ottobre
Dalle ore 8 al Museo della Tarsia Ligna: Anouk Monserrat e Anne Fouqueré : “Les Guides Perdues”, una guida sentimentale della valle della Loira.
– Ore 17 Museo Correale: Ludovica Bastianini “Covid19 – A visual diary from Naples.”
– Ore 18: aperitivo offerto da Cornelia
– Ore 19 – 22:30: dj set di Miguel Verdolva e Andrew Love

Sabato 2 ottobre
– Ore 20:30 – mezzanotte, al Peter’s Beach: video&sound art di Claudio Giambusso, Regista e Visual Artist e della Dj e Producer Sara Jomier in arte SCXRES. La performance consisterà in proiezioni luminose sulla cresta della costa rocciosa alle spalle del Peter’s e dj set.
– Ore 21: La Pizza di Antonino Esposito
– Mezzanotte: After da Mine

Domenica 3 ottobre
– Ore 16: Museo della Tarsia: Anouk Monserrat e Anne Fouqueré, live performance
– Ore 17: rinfresco offerto dal catering Cornelia
– Ore 18: concerto del gruppo musicale Ars Nova.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play