Ancora problemi per il mare del Purgatorio a Meta

META. Niente da fare. Anche i nuovi dati Arpac confermano la pessima qualità delle acque in parte della zona della spiaggia del Purgatorio. I tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale hanno eseguito nuovi prelievi martedì scorso ed i risultati diffusi oggi non sono per niente incoraggianti, anzi. I campioni sono stati prelevati in 8 diversi punti del litorale tra Marina di Meta e Purgatorio. Ebbene, in molti casi i valori erano alterati ed in 3 siti hanno anche superato i valori limite previsti dalla normativa.

In particolare si rileva la presenza di escherichia coli in eccedenza in tre punti di prelievo, ma dati preoccupanti anche in altri due campioni. Per quanto riguarda gli enterococchi intestinali, invece, si evidenzia un solo sforamento. Nella zona dove entrambe le forme batteriche erano presenti con valori superiori ai limiti è stata rilevata anche la presenza di chiazze di schiuma marrone sull’acqua e di rifiuti solidi in galleggiamento.

Al momento resta in vigore l’ordinanza del vice sindaco Pasquale Cacace, che, revocando in parte il precedente provvedimento del sindaco Giuseppe Tito, ha limitato il divieto di balneazione solo ad una parte della spiaggia del Purgatorio per un tratto di costa di circa 140 metri.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play
La pharmacie en ligne | Behandlung der erektilen Dysfunktion | Hoe Viagra te kopen op internet | Pillole per la disfunzione erettile | Píldoras para la disfunción eréctil en línea