Capri Watch fashion & Accessories

Le sfide del primo anno di amministrazione guidata dal sindaco Cappiello a Piano di Sorrento

salvatore-cappiello

Il sindaco di Piano di Sorrento, Salvatore Cappiello, traccia il bilancio dell’attività della propria amministrazione dopo un anno dalle elezioni.

Questa la nota di Cappiello:

Un anno fa i cittadini di Piano di Sorrento hanno sposato con entusiasmo il nostro programma. Sono diventato sindaco, un onore e una responsabilità che avverto quotidianamente. La nostra Amministrazione si è insediata per lanciare una svolta e stiamo lavorando per questo. Semplicità e concretezza restano le nostre parole chiave. E’ chiaro che non tutti gli obiettivi possono essere raggiunti subito e facilmente. Abbiamo, però, deciso di affrontare tante sfide, anche le più difficili: con determinazione.
Penso al riassetto della macchina comunale, un elemento importante. Gli uffici sono il motore del nostro Ente: se non funzionano al meglio, tutto è meno agevole. Sono state fatte assunzioni a completamento di procedure precedentemente avviate, ma mai espletate. Lo so, è un tema che può apparire poco “visibile” all’esterno della Casa comunale, ma il giusto funzionamento dell’Ente è cruciale per ogni amministrazione.
E’ evidente però che siamo in una fase di difficoltà per l’intero sistema Paese. Il caro-energia, ad esempio, pesa molto su cittadini, famiglie e imprese e pure sulle casse comunali. I margini di manovra di un Comune sono diversi rispetto a quelli del Governo, ma con la mia Giunta abbiamo lanciato un segnale. Dopo aver ridotto le luminarie per la festa patronale, abbiamo dato indirizzo agli uffici di stilare un piano di razionalizzazione delle fonti energetiche per gli edifici comunali. E’ un atto che contiene anche l’indicazione di attivarsi, in linea con le misure governative, per istituire un fondo a favore delle famiglie disagiate. Di pari passo, proprio per l’efficientamento energetico, così come per la rigenerazione urbana e i nostri parchi, abbiamo ottenuto finanziamenti che a breve ci consentiranno di illustrare nuovi progetti. Non cerchiamo né vogliamo alibi, non viviamo di apparenza. Siamo aperti alle critiche costruttive nel rispetto di ruoli e persone. Siamo aperti al dialogo con tutti i cittadini che, per un motivo o per un altro, varcano la soglia della Casa comunale per esporre un problema, chiedere un chiarimento, avanzare una richiesta.
Abbiamo rifinanziato tutti i servizi alla persona che è il settore dove l’Ente investe di più, con un’attenzione particolare per i più fragili.
Abbiamo approvato il nuovo statuto dell’azienda consortile Asps (Azienda speciale consortile per i servizi alla persona Penisola sorrentina) perché diamo centralità, energie e valori a chi è chiamato a svolgere le attività legate ai servizi sociali.
Abbiamo sollecitato i vertici del CRE (Centro Riabilitativo Equestre) affinché venisse rispettata la convenzione già in essere; ci appariva assurdo che un’area comunale versasse in stato di abbandono, così dopo che ci è giunta una nota in cui ci veniva comunicato il nominativo del nuovo presidente e dopo l’avvio delle procedure per la riattivazione, vi è stato il rilancio di una struttura fondamentale per la riabilitazione e l’aggregazione che coinvolge le persone con disabilità, a partire dai più piccoli.
Abbiamo avviato una nuova fase per Villa Fondi, con la ripresa di matrimoni e iniziative culturali, l’istituzione della pinacoteca Lorenzo Piras e l’affidamento del Bar.
Abbiamo allestito un cartellone di eventi culturali di spessore ospitando grandi personalità e dando spazio ad eccellenze e realtà del territorio.
Abbiamo fatto ripartire e completato i lavori delle rampe di Marina di Cassano affrontando, non senza difficoltà, l’inevitabile nodo della chiusura della strada.
Abbiamo approvato, sempre per la nostra Marina, il progetto di fattibilità tecnico economica per lo spostamento della condotta di convogliamento delle acque meteoriche, reperendo le dovute risorse.
Abbiamo installato sanificatori nelle sezioni infanzia nei plessi Alice e Carlo Colonna.
Abbiamo, sempre con le scuole, avviato un percorso volto a promuovere la legalità.
Abbiamo deciso di ospitare un grande evento in piazza con campioni dello sport coinvolgendo le scuole.
Abbiamo espletato la gara e affidato i lavori del secondo lotto per il restyling della biblioteca comunale.
Abbiamo intrapreso con l’impresa esecutrice la conclusione dell’iter per la risistemazione di strade e marciapiedi.
Abbiamo un progetto per creare un nuovo polo scolastico sicuro ed efficiente a Legittimo.
Abbiamo partecipato a ogni bando Pnrr (ottenendo già importanti finanziamenti) e attivato tutte le iniziative possibili tra cui quella per la mobilità con i Comuni della Penisola Sorrentina e di Castellammare di Stabia.
Abbiamo avviato la fase di elaborazione del PUC quale strumento fondamentale di pianificazione territoriale in uno a tutti gli elaborati ad esso correlati.
Abbiamo progettato la sistemazione dell’area pattinaggio di Via delle Rose con l’accesso a un finanziamento e prossimamente l’avvio dei lavori.
Abbiamo in corso un’interlocuzione con l’Acamir per il nuovo impianto ascensore che collegherà Marina di Cassano al centro cittadino.
Abbiamo iniziato a valutare una proposta, giunta agli atti del Comune, per il restyling di Piazza della Repubblica.
Abbiamo approvato il progetto esecutivo per l’efficientamento energetico dell’impianto di illuminazione in Via dei Pini, Via Trinità, Via Galatea e Via Petrulo.
Ma non basta.
Potrei continuare, ma questo non è un bilancio. Sono solo appunti di un viaggio iniziato un anno fa e che continua con l’onestà intellettuale di chi non si nasconde dietro il dito, di chi sa che si può e deve fare di più. E’ questo lo spirito che oggi, più di prima, stimola fortemente me e la mia squadra per il futuro di Piano di Sorrento.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play