Una serata dedicata al cinema a Marina Grande

sofia-loren-marina-grande

SORRENTO. Dopo ‘Cine Cibo Sant’Agnello Festival’, la rassegna che ha raccolto largo consenso durante le sei giornate nei ristoranti del Comune costiero, ecco l’incontro dei divi del cinema con il territorio sorrentino in programma al borgo dei pescatori di Marina Grande venerdì 25 settembre alle ore 19:30. I personaggi celebrati sullo scenario internazionale del grande schermo messi a contatto con quelli più oscuri ma certamente altrettanto affascinanti della costiera sorrentina.

Grazie alla collaborazione del circolo Endas della penisola sorrentina con il Centro studi e ricerche Francis Marion Crawford avrà luogo a Sorrento, presso il borgo dei pescatori di Marina Grande, il set naturale che ha visto le gesta della giovanissima Sofia Loren ai tempi di ‘Pane, amore e….’ (1955) e poi cinquant’anni dopo su quello di ‘Peperoni ripieni e pesci in faccia’ (2004), il terzo che la diva ha girato a Sorrento dopo ‘Qualcosa di biondo’ (1984). Un legame intenso e prolungato culminato nel conferimento della cittadinanza onoraria alla grande stella del cinema da parte dell’amministrazione comunale della città (2009).

La formula proposta con questo appuntamento vuole legare la filmografia della penisola sorrentina ai luoghi scelti dai tanti registi per realizzare le loro pellicole, esaltandone così, da un lato, i valori e la bellezza e dall’altro alimentando il mito della “terra delle sirene” nell’immaginario della sterminata platea degli spettatori in tutto il mondo. La serata pone al centro del confronto una celebrità del borgo dei pescatori, l’indimenticabile Emilia Cacace, popolana e popolare “tavernara” della marina dove, nel 1947, aprì la modesta trattoria nel nome di Sant’Anna in un buio “monazzero” da cui ancora oggi, proprio come allora, gli effluvi della semplice e saporosa gastronomia si espandono all’esterno fino al lido del mare. E proprio qui in quella estate del 1955 donna Emilia, divenuta amica di Tina Pica/Caramella, deliziò il palato di Vittorio De Sica, Dino Risi e della strepitosa Donna Sofia che per un mese, seppure nella finzione cinematografica, si trasformò in sua collega nelle vesti della pescivendola “la Smargiassa” di ‘Pane amore e…’. Dopo di loro tanti altri artisti, attrici e attori famosi hanno goduto della sua cucina e della sua bonaria simpatia, un patrimonio trasmesso ai suoi eredi che ancora oggi fanno rivivere con grande dedizione.

Il programma della serata, patrocinata dal Comune di Sorrento, introdotta da Carlo Alfaro con la direzione artistica di Antonio Volpe, si aprirà con la presentazione del libro “Sorrento movies Cinema in costiera” di Antonino De Angelis (Ed. La Conchiglia); a seguire la compagnia teatrale “I Murattori” presenterà un inedito spettacolo di cabaret anch’esso ispirato ai luoghi e ai personaggi del tipico borgo marinaro. Pezzo forte della manifestazione sarà la proiezione del film ‘Peperoni ripieni e pesci in faccia’ di Lina Wertmuller con Sophia Loren e F. Murray Abraham e sarà preceduta dal corto ‘Donna Emilia e Donna Sofia due miti di Marina grande’ prodotto dal Centro Studi e Ricerche F.M. Crawford.

“Visto il grande successo di pubblico e critica – dichiara il direttore artistico dell’Endas, Antonio Volpe – ci sarà un fuori programma della nostra rassegna presso Marina Grande a Sorrento, set indimenticabile di “Pane amore e…” con alcuni testimoni del tempo, la compagnia dei Murattori e la proiezione di un’altra pellicola più recente sempre con Sofia Loren, la divertente commedia “Peperoni ripieni e pesci in faccia” con la regia di Lina Wertmuller commentata dal sottoscritto e da Tonino De Angelis, autore del volume “Sorrento Movies”. La conduzione della serata sarà come di consueto affidata a Carlo Alfaro.