Un weekend dedicato alla scoperta del territorio

meta-antica

META. Un viaggio tra le bellezze e le eccellenze della città. E’ la seconda edizione di “Geografia nascosta dell’Italia Esterna”, appuntamento in programma nel fine settimana a Meta. Una due giorni che si snoda tra visite guidate nei portoni, nei cortili e nei laboratori artigianali, con gli immancabili assaggi dei prodotti tipici. Non mancheranno, inoltre, mostre fotografiche, proiezioni di film e un tour lungo il tratto di costa liberato dall’ecomostro di Alimuri.

La kermesse prende il via sabato mattina, alle 10, con la passeggiata paesologica da piazza Vittorio Veneto al giardino della Gallina Felice, attraversando il rione di Cardiento. Alle 16:30 ci si ritroverà presso la Casina dei Capitani in via Municipio per la presentazione del libro “Terracarne”, alla quale prenderà parte lo scrittore Franco Arminio. A seguire è prevista la proiezione di “Alimuri Amarcord”, il docufilm dedicato all’ecomostro che per decenni ha sfregiato il litorale di Meta prima di essere abbattuto il 30 novembre 2013.

Domenica l’appuntamento alla scoperta del territorio è per le 8 in piazza Scarpati da dove partirà una passeggiata attraverso i vicoletti della parte bassa di Meta. Prevista la sosta nei portoni di via dei Cafiero e sui gradoni di Alimuri, una commemorazione di Ferdinando Scarpati, di Guglielmo Marconi e delle vittime del naufragio del Marina d’Aequa. Alle 12:30 si sale in barca per ammirare dal mare la spiaggia di Alimuri e la baia della Conca liberate dall’ecomostro. L’evento è organizzato da Eugenio Lorenzano, Nino Aversa e Pierpaolo De Pasquale.