Capri Watch - Fashion Accessories

Tre bagnanti multati alla Regina Giovanna di Sorrento

motovedetta-covid-19-sorrento

Nella giornata di oggi, 13 aprile 2020, lunedì in Albis, sotto il coordinamento della Direzione Marittima della Campania, il personale della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia ha eseguito su tutto il territorio di giurisdizione controlli serrati sia in mare che sulle spiagge, insieme alle altre Forze dell’Ordine presenti sul territorio, al fine di garantire la vigilanza necessaria per prevenire e mitigare l’emergenza legata al diffondersi del Covid-19.

Nello specifico, via mare è stato predisposto il pattugliamento di tutta la costa di competenza – che va dal Comune di Torre Annunziata a quello di Massa Lubrense – attraverso l’impiego della Motovedetta CP 542 dislocata a Sorrento. Fino al primo pomeriggio, durante il pattugliamento, non si sono incrociate unità da diporto in navigazione, a dimostrazione che l’attività preventiva di sensibilizzazione fatta nei giorni scorsi dalla Capitaneria di porto stabiese nei confronti dei diportisti e dei vari sodalizi nautici ha prodotto i frutti sperati.

Contemporaneamente, via terra, pattuglie di militari dipendenti dagli Uffici dipendenti di Torre Annunziata, Sorrento, Meta, Massa Lubrense, Piano di Sorrento e Vico Equense, hanno presidiato le spiagge e gli arenili di competenza per evitare afflussi di persone. Nel corso dei controlli via mare, sono stati individuati tre soggetti sugli scogli dei “Bagni Regina Giovanna” a Sorrento, i quali sono stati intercettati e sanzionati secondo la normativa vigente dalla pattuglia a terra, immediatamente allertata dall’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera.

“I suddetti controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni, al fine di garantire la tutela dei cittadini, evitando possibili assembramenti. Confidiamo nel buon senso dei cittadini, come quello dimostrato fino ad ora in questo weekend di Pasqua” sono state le parole del Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, capitano di fregata Ivan Savarese.