Capri Watch - Fashion Accessories

Sub e volontari ripuliscono la Regina Giovanna

rifiuti-regina-giovanna

SORRENTO. Giornata ecologica tra mare, ambiente ed archeologia presso la Regina Giovanna. Questa l’iniziativa che si svolgerà al Capo di Sorrento sabato 20 maggio, organizzata dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento, dall’Associazione Marevivo, dall’Area marina protetta di Punta Campanella e dalla società Penisolaverde.

Appuntamento che si snoderà in due momenti: il primo la mattina tra le 10 e le 12 con un intervento di pulizia dei fondali al largo della Regina Giovanna, ad opera del nucleo sub della Guardia di Finanza di Napoli, con il colonnello Biagio Looz e con il comandante Nicola Riccio, del nucleo stazione navale, sempre delle Fiamme Gialle di Napoli, con il maggiore Pierpaolo Atzori, degli uomini della Guardia Costiera guidati dal luogotenente Enrico Staiano, dell’associazione Marevivo rappresentata dal delegato regionale Carmine Esposito, dell’Area marina protetta di Punta Campanella, dell’associazione Jacques Cousteau e di altre organizzazioni di sub.

Il secondo momento si svolgerà alle ore 15:45 con punto di incontro presso la chiesa parrocchiale del Capo di Sorrento, dove grazie alla partecipazione del gruppo Scout Piano di Sorrento 1, e di altri giovani volontari, sarà realizzato un intervento di pulizia e di didattica presso la zona marina dell’oasi naturalistica, che interesserà anche le scogliere de La Solara. A conclusione della giornata, alle ore 18, presso la zona pianeggiante dove sono collocati i ruderi della domus romana, si svolgerà una visita guidata a cura dell’archeologa Lia Trapani.

“Questa importante iniziativa – spiega il consigliere comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco – si inserisce nell’ambito di una serie di azioni portate avanti per volontà del sindaco Giuseppe Cuomo, volte alla valorizzazione della risorsa mare. Si tratta di favorire la crescita di una coscienza civica, soprattutto nelle nuove generazioni. Oltre alla pulizia dei fondali marini, in questo appuntamento metteremo l’accento sull’oasi naturale della Regina Giovanna che rappresenta un immenso patrimonio storico, culturale e naturalistico per la nostra città. Un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa, dalle associazioni alle autorità civili e militari. Il nostro impegno proseguirà in questa direzione già dal 28 maggio con un altro appuntamento di pulizia dei fondali, a Marina Grande”.

“Il progetto, varato in occasione della Giornata europea del mare, che si celebra il 20 maggio di ogni anno, assume quest’anno un significato ancora più forte – dichiara Carmine Esposito, delegato regionale Marevivo Campania -. E’ importante sottolineare il gioco di squadra portato avanti dalle istituzioni e dal volontariato con l’unico obiettivo di proteggere questo bene comune”,

“La pulizia dei fondali è un lavoro che da soddisfazione – interviene il direttore dell’Area marina protetta di Punta Campanella, Antonino Miccio –. Le attività di pulizia dei fondali coinvolgono associazioni, enti e tanti volontari e si svolgono in un clima di collaborazione ed armonia. Vedere tante persone all’opera per il bene comune è un vero piacere. Ma è anche un lavoro del quale faremmo volentieri a meno: significherebbe che il mare non viene considerato una pattumiera”.