Capri Watch fashion & Accessories

Stupro di gruppo della turista, ci sono altri 3 indagati

violenza-sessuale-sorrento

L’inchiesta della Procura di Torre Annunziata sul presunto stupro di gruppo ai danni di una turista inglese 50enne avvenuto presso l’hotel Alimuri di Meta nell’ottobre del 2016 si allarga e nel registro degli indagati insieme ai cinque ex dipendenti dell’albergo ancora in carcere finiscono altre tre persone. Si tratta di ulteriori due uomini che all’epoca dei fatti lavoravano presso la struttura ricettiva e del custode di un vicino stabilimento balneare. Gli agenti del commissariato di polizia di Sorrento hanno già prelevato un campione di dna agli altri tre soggetti che si ritiene possano essere coinvolti nella vicenda.

In base alla ricostruzione effettuata dagli investigatori, nella notte tra il 6 e il 7 ottobre di due anni fa la turista inglese sarebbe stata drogata con dell’ecstasy sciolta in un drink e successivamente violentata. La vittima avrebbe riferito che ad abusare di lei sarebbero stati in due e poi una decina di uomini che l’avrebbero attesa in un locale adibito ad alloggio del personale dell’albergo.

Quindi oltre ai cinque in carcere (Fabio De Virgilio, Antonino Miniero, Gennaro Davide Gargiulo, Raffaele Regio e Francesco Ciro D’Antonio), gli inquirenti puntano ad identificare anche gli altri presunti aggressori. Tra questi potrebbero esserci i tre nuovi indagati.

Intanto il pm titolare del fascicolo ha chiesto che la vittima e sua figlia vengano ascoltate nel corso di un incidente probatorio. In questo modo, le loro dichiarazioni si cristallizzerebbero in vista dell’eventuale processo a carico degli indagati. Ipotesi accolta con favore dalla vittima, ma osteggiata dai legali di uno degli indagati.