Stelle Michelin 2018, tra le costiere e Capri il meglio della ristorazione in Campania

guida-michelin

La Campania è da sempre molto amata dalla Michelin, con le sue 41 stelle (di cui sei locali che vantano due stelle) è la regione più illuminata dalla Rossa, dopo la Lombardia. Oltre ai nomi noti del panorama culinario, ci sono anche delle new entry: Luciano Villani della “Locanda del Borgo di Acquapetra” a Telese Terme; Cristoph Bob del “Refettorio” a Conca dei Marini (Salerno) e Luigi Tramontano de “La Serra” di Positano (Salerno).

L’elenco dei ristoranti stellati in Campania:

Due stelle:

Danì Maison- Ischia (NA)
Quattro Passi – Massa Lubrense (NA)
Don Alfonso 1890 – Sant’agata Sui Due Golfi (NA)
Torre del Saracino – Vico Equense / Marina Equa (NA)
Taverna Estia – Brusciano (NA)
L’Olivo – Capri (NA)

Una stella:

Oasis-Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)
Marennà – Sorbo Serpico (AV)
Krèsios Telese- (BN)
Locanda del Borgo di Acquapetra- Telese Terme (BN)
Le Colonne – Caserta (CE)
Vairo del Volturno- Vairano Patenora (CE)
Il Riccio – Capri (NA)
Piazzetta Milù- Castellammare di Stabia (NA)
Il Mosaico – Ischia (NA)
Indaco – Ischia (NA)
Taverna del Capitano – Massa Lubrense (NA)
Relais blu – Massa Lubrense (NA)
Il Comandante – Napoli
Palazzo Petrucci – Napoli
Veritas – Napoli
Sud – Quarto (NA)
Don Geppi – Sant’Agnello (NA)
Il Buco – Sorrento (Na)
Terrazza Bosquet – Sorrento (NA)
President – Pompei (NA)
Antica Osteria Nonna Rosa – Vico Equense (NA)
Torre del Saracino – Vico Equense (NA)
Maxi – Vico Equense (NA)
Mammà – Capri (NA)
La Caravella – Amalfi (SA)
Locanda Severino – Caggiano (SA)
Refettorio – Conca dei Marini (SA)
La Serra – Positano (SA)
Il Papavero- Eboli (SA)
Il Faro di Capo d’Orso – Maiori (SA)
Casa del Nonno 13 – Mercato San Severino (SA)