Soccorre 10 naufraghi, riconoscimento a operatore balneare della costiera sorrentina

bruno-cinque

Grazie al suo coraggio ed alla grande esperienza in mare ha contribuito a salvare ben dieci naufraghi in diversi interventi nello specchio d’acqua antistante Marina di Puolo, la baia al confine tra i territori comunali di Sorrento e Massa Lubrense. Per questo l’ex capo del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia, Guglielmo Cassone ed il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli, hanno deciso di conferire un riconoscimento ufficiale a Bruno Cinque, titolare dell’omonimo stabilimento balneare che sorge presso il borgo.

I fatti risalgono all’estate del 2017. Periodo durante il quale, come si legge nel documento, Cinque “avvalendosi della sua ampia esperienza professionale e marinaresca ha, nell’immediatezza degli eventi, portato a termine diversi interventi di soccorso in mare nello specchio acqueo antistante l’area del porticciolo di Marina di Puolo, nell’ambito dei quali sono stati recuperati dieci naufraghi”.

Intervento decisivo per salvare la vita alle persone in difficoltà. Infatti, come confermano il comandante Cassone ed il sindaco Balducelli, “con tale fattiva e tempestiva collaborazione, portata a termine anche con condizioni meteomarine proibitive – Bruno Cinque -, ha fornito un decisivo supporto ai compiti della Guardia Costiera e nel contempo ha dato lustro alla città di Massa Lubrense”.