Slitta l’ok alla riforma del Put della costiera sorrentino-amalfitana

penisola_sorrentina111

SORRENTO. Slitta il via libera del Consiglio regionale alla riforma del Piano urbanistico territoriale della penisola sorrentina e della costiera amalfitana. La Commissione Urbanistica ha ritirato la proposta di legge che necessita di alcune modifiche tecniche. Decisione che sta già provocando accese polemiche tra maggioranza e opposizione.

Il disegno di legge del consigliere Alfonso Longobardi, lo scorso mese di luglio era stato approvato dalla Commissione all’unanimità. Ora si attendeva il passaggio in aula, ma gli uffici regionali hanno sollevato perplessità su alcune norme che, secondo il loro parere, avrebbero comportato la violazione della competenza concorrente tra Stato e Regione, con il conseguente rischio di bocciatura da parte della Corte Costituzionale. Per questo il testo è stato ritirato per predisporre i necessari accorgimenti.

L’approvazione definitiva del provvedimento, pertanto, sembrerebbe destinata a slittare solo di qualche settimana. Si prevede, infatti, di portare il testo in Consiglio regionale prima della fine dell’anno. Una volta approvato il nuovo Put dovrebbe garantire procedure più snelle per la manutenzione e l’adeguamento degli edifici alla normativa antisismica, il cambio di destinazione d’uso dei capannoni abbandonati, il recupero abitativo dei sottotetti, la realizzazione di piscine pertinenziali e l’incremento del 20 per cento della cubatura dei fabbricati.