Sfrattata la giostra di piazza Veniero

Piazza Veniero

SORRENTO. Occupazione abusiva di suolo pubblico. E’ questa la motivazione che ha portato il dirigente ed il funzionario del settore Commercio del Comune di Sorrento, Donato Sarno e Daniele De Stefano, ad intimare al titolare della giostra di piazza Andrea Veniero di cessare l’attività.

Il 12 gennaio scorso gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Antonio Marcia, hanno accertato “l’occupazione abusiva di 40 metri quadri circa di suolo pubblico in maniera permanente, 24h/24, in assenza dei prescritti titoli autorizzativi legittimanti ed in dispregio delle normative vigenti effettuata mediante l’installazione di un’attrazione viaggiante, in parte transennata con elementi metallici: costituita da giostrina per bambini, un manufatto in metallo adibito a biglietteria, e due manufatti adibiti a giochi di pesca a premi”.

Gli uffici comunali hanno rilevato che il titolare dell’attività, un 63enne di Gragnano, non ha ottenuto alcuna autorizzazione e che la presenza della giostra rappresenta una violazione del Regolamento comunale che disciplina l’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

In base a tutto ciò oggi è stata emessa l’ordinanza che impone al titolare “di cessare immediatamente l’attività costituita da: giostrina per bambini, manufatto in metallo adibito a biglietteria, e due manufatti adibiti a giochi di pesca a premi, posti senza titolo in piazza Veniero snc su suolo pubblico in assenza di concessione” ed “il contestuale sgombero del suolo comunale abusivamente occupato entro e non oltre il termine di sette giorni dalla notifica del provvedimento”.