Sequestrate due società, di cui una di Sorrento, per bancarotta fraudolenta ai danni del gruppo “Max Mara”

Macchina-Finanza

SORRENTO. La guardia di finanza ha sottoposto a sequestro preventivo due società operanti nel settore del commercio dell’abbigliamento. I titolari degli esercizi sono accusati di aver messo in atto un’articolata bancarotta fraudolenta che ha determinato la distrazione di beni pari a poco meno di 500mila euro in danno di una società titolare del marchio “Max Mara”.

 

Il provvedimento è scattato per “Le Nuvole srl”, amministrata da Anna Maria Manzari, con sede nel pieno centro di Sorrento, e per la “Sister srl”, amministrata da Giuseppe Schiattarella, con punto vendita a Portici.

L’indagine è stata avviata a seguito della sentenza fallimentare emessa nel settembre 2011 nei confronti di “Zucco Carmela & figli” che, prima del fallimento, aveva un consolidato e decennale rapporto di franchising con la società titolare del brand “Max Mara”. Gli accertamenti delegati allle fiamme gialle dalla procura della Repubblica di Napoli hanno accertato che Giuseppe Schiattarella e Anna Maria Manzari, con la collaborazione anche di Anna Schiattarella, sono riusciti a creare attività imprenditoriali al solo fine di svuotare la società fallita di tutti i beni.

Secondo quanto si legge nella nota della stessa procura, di particolare rilevanza la condotta di Giuseppe Schiattarella, considerato dominus di tutte le attività gestionali condotte dalla fallita, che attraverso movimentazioni bancarie e prelievi di cassa dalla “Zucco Carmela & figli” è riuscito a trasferire su personali conti correnti ingenti somme di denaro che avrebbero potuto soddisfare, almeno in parte, i creditori.

RIPRODUZIONE RISERVATA