Risultati a sorpresa al XIX slalom Città di Massa Lubrense

salvatore-castellano

MASSA LUBRENSE. Non sono mancate le sorprese alla diciannovesima edizione dello slalom Città di Massa Lubrense. La gara si è disputata oggi lungo i tornanti del Nastro d’Oro, tra le frazioni di Marciano e Termini, affacciati sui Faraglioni di Capri. Una sessantina i piloti iscritti alla corsa che è di fatto il prologo della stagione agonistica, occasione per valutare le proprie possibilità e quelle degli altri driver in vista dell’avvio del campionato italiano della specialità.

antonino-sbaratta

La vittoria è andata ad uno dei piloti più attesi della vigilia, Salvatore Castellano, che si è imposto al volante della sua Radical Prosport motorizzata Suzuki (foto in alto). Il vincitore ha fatto segnare il miglior crono di giornata già al termine della prima delle tre manche previste.

Al secondo posto, staccato di appena un secondo e 61 centesimi, si è classificato Antonino Sbaratta, in gara con una Radical Sr4 Suzuki (foto a lato). Sul terzo gradino del podio, con un ritardo di 8 secondi e 42 centesimi dal vincitore, è salito Alberto Scarafone, che ha partecipato alla corsa di Massa Lubrense con la sua Gloria con motore Suzuki (foto in basso).

alberto-scarafone

A seguire si sono piazzati Salvatore Di Leva con una 126 Kawasaki (staccato di 16,21 secondi dal vincitore), Antonino Lucibello con Radical Prosport-Suzuki (a 16,63 secondi di ritardo) e Giuseppe Pollio con una sempre gloriosa Renault 5 Turbo (a 18,23). Poi Liberto De Gregorio con una Citroen Saxo (a 23,14), Giuseppe Ruocco con Peugeot 106 16v (a 24,22), Antonino Di Leva anche lui con una Peugeot 106 16v (a 24,91) ed a chiudere le prime 10 posizioni della classifica generale Francesco De Gregorio con Peugeot 106-Suzuki (a 25,07).