Riscaldamenti ko, lezioni a rischio in penisola sorrentina

Istituto Nautico "Bixio"

Problemi di natura diversa che potrebbero portare ad un’unica conseguenza: il blocco delle lezioni. La situazione più difficile interessa l’istituto nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento, dove si è verificato un guasto ad un tubo nella parte dell’impianto di riscaldamento che serve cinque aule per anni interessate da lavori di ristrutturazione e solo nei giorni scorsi tornate a disposizione degli alunni. I tecnici inviati dalla Città Metropolitana hanno già effettuato un intervento che, però, non è servito a risolvere il problema tanto che la preside ha già annunciato che nel caso l’impianto non funzioni come si deve sarà costretta a chiudere di nuovo i locali interessati ed a disporre la rotazione delle classi.

Al liceo “Publio Virgilio Marone” di Meta i termosifoni sono spenti a causa della mancanza del gasolio necessario per alimentare l’impianto di riscaldamento. Dall’ex provincia assicurano che a breve sarà effettuato il rifornimento, ma, nel frattempo, anche nella giornata di ieri una parte degli studenti si è astenuta dalle lezioni per evitare di trascorrere cinque o più ore in aule fredde.

Al liceo artistico “Francesco Grandi” di Sorrento, invece, le bolle d’aria formatesi nei termosifoni spenti per il periodo delle festività natalizie e i termoconvettori guasti al piano terra hanno determinato un notevole calo delle temperature nel plesso. In questo caso, però, gli studenti hanno deciso di continuare a seguire le lezioni, almeno per il momento.