Capri Watch fashion & Accessories

Protocollo Covid di Msc, le crociere ripartono dal Mediterraneo

msc-grandiosa

Msc Crociere ci prova: sulla nave più sicuri che a casa. Sembra un paradosso, ma ad ascoltare tutte le misure contenute nel protocollo messo a punto dalla compagnia, veramente ci viene da chiedere se si potrebbe fare ancora di più. Si parte con un tampone, prima di salire a bordo, il cui risultato arriva in 30 minuti. Chi sale, dunque, è sano. E sulla nave incontrerà solo gente sana, marittimi che si sono sottoposti a tampone prima di partire da casa; ad un altro tampone prima di salire a bordo e che hanno viaggiato con voli charter, lontani da ogni possibile contaminazione.

Una procedura articolata, severissima, una bolla sana costruita intorno a passeggeri e equipaggio. E i risultati già si vedono: alcuni filippini, risultati positivi, sono stati immediatamente individuati e non sono neanche partiti dal loro Paese. Inoltre, agli equipaggi delle navi non sarà consentito di scendere a terra, lo potranno fare solo immergendosi nelle stesse procedure dedicate ai passeggeri e che ora vedremo. In pratica la nave, ambiente sanificato continuamente, spazi di 10 metri quadrati per persona (capienze ridotte al 70%), è al riparo dai contagi esterni.

Ma come si scende? Le escursioni singole sono cancellate. Si potrà andare solo nelle escursioni organizzate, molte comprese nel prezzo, con bus sanificati e con autista e guida sottoposti a tampone prima di partire. Una bolla che si muove senza avere contatti esterni. E anche per l’equipaggio ci saranno escursioni con le stesse procedure.

Passeggeri ed equipaggi prima di tutto. Gianni Onorato, ceo di Msc Crociere è stato puntiglioso da questo punto di vista: “Ci siamo affidati ad un pool di esperti internazionali e alle più importanti agenzie sanitarie al mondo. È stato studiato ogni passaggio, massima sicurezza per passeggeri ed equipaggi”. Msc Crociere ha lavorato a stretto contatto con le autorità dei Paesi in cui le navi della compagnia faranno scalo, per arrivare a un protocollo completo che offrisse il massimo livello di sicurezza possibile.

Una task force dedicata – con il contributo e il supporto dei principali consulenti medici internazionali – ha sviluppato e predisposto un protocollo con nuove procedure operative specifiche di Msc Crociere che non solo rispettano, ma si spingono oltre le attuali linee guida nazionali e internazionali. Nuovi standard nel settore, dunque. Inoltre, una verifica condotta dal Rina, la società indipendente di certificazione marittima, ha accertato che il protocollo soddisfa le linee guida dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (Emsa), che incorpora ulteriori standard sanitari, inclusi quelli dell’azione comune Eu Healthy Gateways.

“Protection Plan Msc – Covid-19” per offrire ulteriore tranquillità ai passeggeri. Grazie a tutte queste misure Msc Crociere mira a garantire agli ospiti la vacanza il più sicura possibile. E non è un caso, dunque, il fatto che una grande compagnia di assicurazione ha deciso di affiancare Msc Crociere anche includendo una polizza specifica che dura fino a 14 giorni dopo lo sbarco.

Ma da dove si riparte. Lo ha spiegato il country manager Italia di Msc Crociere, Leonardo Massa. “Dal Mediterraneo, naturalmente – ha detto Massa – dove siamo leader del mercato e dove riteniamo di dover ripartire con la massima sicurezza. Per ora le nostre crociere sono riservate ai cittadini dell’area Schengen, ma speriamo di poter aprire presto a tutti”.

Così, in attesa delle necessarie approvazioni finali, due navi di Msc Crociere stanno predisponendo tutti i preparativi per poter salpare. Si tratta dell’ammiraglia Msc Grandiosa e di Msc Magnifica. La prima, l’ammiraglia, offrirà crociere di 7 notti nel Mediterraneo occidentale (con tappa a Napoli) e Msc Magnifica servirà invece il Mediterraneo orientale. Le loro date di partenza effettive saranno determinate in base alle direttive ricevute dalle autorità competenti.

di Antonino Pane da Il Mattino