Operazione antidroga a Sorrento, nella notte 6 arresti

polizia-sorrento

SORRENTO. Questa mattina gli agenti del commissariato di Sorrento hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare per spaccio di sostanze stupefacenti, mentre per altre tre persone sono scattate misure alternative al carecere. Il blitz è scattato alle prime luci dell’alba ed ha visto impegnati oltre agli uomini del vice questore Antonio Vinciguerra, anche quelli di altre zone della Campania e d’Italia e le unità cinofile.

In base alla ricostruzione effettuata dalla polizia, gli arrestati farebbero parte di due gruppi criminali che si sono divisi le aree di spaccio in penisola, con gli acquirenti che facevano parte soprattutto della cosiddetta “Sorrento bene”. L’operazione è stata condotta sulla base di numerose intercettazioni ambientali e telefoniche partite nel 2013.

I due gruppi criminali si muovevano in autonomia e non erano in contatto tra di loro. Entrambe le organizzazioni però utilizzavano il paravento di attività lecite per lo spaccio nell’area costiera. In particolare uno degli arrestati, che gestisce alcune concessionarie per la vendita di automobili, nel corso delle intercettazioni è emerso che parlava di “macchine bianche” che gli investigatori hanno poi capito trattarsi di cocaina.

Nel corso del blitz sono stati rinvenuti alcune semi di marijuana, ma nient’altro. Mentre si ritene che uno dei gruoppi trattasse esclusivamente cocaina, mentre l’altro era dedito anche al commercio di hashish, anche se in piccole quantità.