Nuovi e sconvolgenti dettagli sullo stupro in discoteca

violenza-sessuale

SORRENTO. Emergono nuovi e più sconvolgenti dettagli sulla violenza sessuale consumatasi un mese fa in una discoteca di Sorrento ai danni di una turista statunitense. La 25enne, stando alla ricostruzione effettuata dai carabinieri della stazione di Sorrento che hanno svolto le indagini sul delicato caso, sarebbe stata stuprata ben due volte nel giro di pochi minuti.

La giovane, infatti, era sulla pista da ballo in compagnia di un’amica sua connazionale quando entrambe sono state avvicinate dai due ragazzi ritenuti responsabili degli abusi: Riccardo Capece, 20enne, di Caserta, e Francesco Franchini, 22enne, di San Nicola la Strada (CE).

Dopo un primo approccio la ragazza si è allontanata con uno dei due raggiungendo l’antibagno del locale notturno. Qui i due si baciano, ma la turista non intende andare oltre. Invece viene spinta nella toilette e violentata.

Ma l’incubo, purtroppo per lei, non è ancora finito. Dopo alcuni minuti esce dal bagno stravolta e raggiunge l’amica raccontandole l’accaduto. E’ indecisa su cosa fare. Intanto decide di tornare nella toilette per sciacquarsi il viso e ricomporsi, considerato che l’assalitore le ha anche strappato gli slip.

Qui, però, trova un’amara sorpresa: in bagno ci sono anche il ragazzo che l’ha appena violentata ed il suo amico. I due balordi, appena la vedono entrare, la bloccano, costringendola ad un nuovo rapporto sessuale, ma questa volta con entrambi.

Quando esce la ragazza è sotto choc ed insieme all’amica decide di  fare rientro presso il bed and breakfast dove alloggiano.

Il giorno seguente si recano in ospedale dove la 25enne viene visitata e sottoposta agli accertamenti del caso. Poi la denuncia ai carabinieri che ha portato all’arresto di Riccardo Capece e Francesco Franchini.