Capri Watch fashion & Accessories

Multe ai turistici britannici, la costiera e Capri devono correre ai ripari

piazza-tasso-turismo

Appello di Atex alla Regione Campania ed ai sindaci dei Comuni della penisola sorrentina e dell’isola di Capri : “La multa di 5mila sterline annunciata oggi dal premier Boris Johnson per coloro che si spostano per motivazioni diverse da quelle ‘essenziali’ impone immediate iniziative di marketing finalizzate per il 2021 al turismo di prossimita”.

“La notizia che viene oggi dalla Gran Bretagna – spiega Sergio Fedele presidente di Atex Campania – raffredda le speranze di poter a breve vedere il ritorno dei turisti britannici sul nostro territorio. Ovviamente speriamo che lo scenario muti nei mesi estivi. Occorre però lavorare sulla promozione del turismo di prossimità.

Per questo abbiamo sollecitato l’assessore regionale al Turismo e i sindaci dei Comuni della penisola sorrentina e dell’isola di Capri a mettere in campo, senza ulteriori esitazioni, iniziative di marketing finalizzate al turismo “italiano” per la stagione estiva e autunnale 2021.

La Regione Campania e i nostri Comuni turistici sono rimasti completamente passivi nel 2020 su tale obiettivo e non hanno messo in campo iniziative specifiche, nonostante le tante sollecitazioni e proposte ricevute da associazioni come la nostra.

Purtroppo dopo tanti annunci e tanti impegni delle Istituzioni locali, la stessa situazione si sta per ripetere nel 2021. Eppure le altre regioni italiane sono tutte proiettate a progetti che attraggano turisti italiani, così come hanno fatto con efficacia nel 2020.

Siamo convinti che le priorità siano l’emergenza sanitaria, il piano vaccinazioni, la priorita della vaccinazione per i territori turistici, le misure di sostegno per il settore, la pianificazione strutturata della “ripartenza”, una strategia mirata per le Zone a Turismo Prevalente. Tutti argomenti in cui siamo in prima linea.

Ma parallelamente si devono fare tutti gli sforzi possibili per il marketing 2021 rivolto ai turisti italiani, con la consapevolezza che non si risolveranno i problemi della filiera turistica dei nostri Comuni ma si darà ossigeno economico al settore e al suo indotto. Attendiamo riscontri concreti”, conclude Fedele.