Movida sicura: nuovo sabato notte di controlli in penisola sorrentina

carabinieri

SORRENTO. Quattro automobilisti denunciati, due patenti e tre carte di circolazione ritirate ed un ciclomotore sottoposto a sequestro. È il bilancio dei controlli effettuati la notte scorsa dai carabinieri lungo le strade della costiera.

L’Arma, per l’operazione movida sicura, ha schierato dieci pattuglie e venticinque militari, che hanno effettuato posti di blocco nei punti nevralgici del territorio peninsulare e sottoposto a verifiche con l’etilometro centinaia di automobilisti e centauri. Con loro anche un cane antidroga, Bairon, pastore tedesco che opera con il nucleo cinofili di Napoli.

I carabinieri, coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno, hanno tenuto sotto controllo le aree adiacenti i locali notturni. Nei pressi di uno di questi, in particolare, è stata effettuata una verifica a tappeto della clientela.

Verifiche sono scattate anche per quanto riguarda le autorizzazioni amministrative in possesso dei gestori degli esercizi della movida, per il rispetto della normativa sulla somministrazione di bevande alcoliche e delle leggi sulla sicurezza.

Per quanto riguarda i controlli su strada, invece, i militari dell’Arma hanno denunciato quattro persone. Si tratta di un 21enne di Meta sorpreso alla guida di un’auto senza aver mai conseguito la patente B bensì solo quella A per i motocicli (tale violazione è diventata un reato con le modifiche apportate al codice della strada con il d.lgs. n.2 del 16 gennaio 2013); di un 21enne di Massa per guida con patente revocata; di un 44enne di Torre del Greco per guida in stato di ebbrezza e rifiuto di sottoporsi al test con l’etilometro; di un 22enne di Pimonte per guida in stato di ebbrezza.

Al termine dell’attività il bilancio è di 87 veicoli sottoposti ai controlli, 277 persone identificate, mentre sono state elevate contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada con sanzioni per un totale di circa 3.000 euro.

Inoltre sono state ritirate 2 patenti di guida e 3 carte di circolazione e sottoposto a sequestro amministrativo un ciclomotore.