Microfono Aperto del 28 maggio 2015

Elezioni-comunali

Penultimo appuntamento con Microfono Aperto prima che scatti il silenzio elettorale pre-voto.

Sorteggiata la successione dei comizi di chiusura di domani sera

SORRENTO. Nessun accordo tra i cinque candidati a sindaco sulla suddivisione di spazi ed orari per i comizi di chiusura della campagna elettorale in programma per domani sera. Tanto che è stato necessario ricorrere al sorteggio. La “riffa” si è svolta nei locali del commissariato di polizia di Sorrento.

Al termine è venuto fuori che sul palco allestito in piazza Tasso saliranno Rosario Lotito del Movimento 5 Stelle alle ore 20: Gianluigi De Martino della civica Sorrento Libera alle 21:30; Ferdinando Pinto del Partito Democratico alle 23.

Si alterneranno sul palco di piazza Lauro, invece, i due candidati più accreditati per la vittoria finale. Il primo ad arringare gli elettori, alle ore 20, sarà Marco Fiorentino e gli aspiranti consiglieri delle 4 liste che lo sostengono: Marco Fiorentino sindaco; Primavera sorrentina; Sorrento Noi con Voi e Insieme per Sorrento. A seguire, alle 21:30, toccherà al sindaco uscente, Giuseppe Cuomo ed alle 4 civiche che appoggiano la sua conferma: Con Noi per Sorrento, La Grande Sorrento, Il Ponte e Nuova Sorrento.

Domani sera Infuso a piazza Lauro

SORRENTO. Venerdì, alle ore 21,  in piazza Lauro di Sorrento, il candidato al Consiglio regionale della Campania,Davide Infuso,terrà un comizio pubblico a chiusura della sua campagna elettorale. Ho scelto Sorrento – afferma Davide Infuso – perché è la mia città, da qui è cominciata la mia campagna elettorale e qui voglio che si chiuda, tra la mia gente. Rappresento i giovani e la Penisola Sorrentina nel rinnovo del Consiglio regionale della Regione Campania e spero che dal 1 giugno avrò la responsabilità di farmi portavoce delle istanze del mio territorio. #maipiùscuse!”.

Patto per la Città a Monticchio con il senatore Lucio Romano

MASSA LUBRENSE. Questa sera, alle ore 20, la lista Patto con la Città ritornerà per la seconda volta a Monticchio per un incontro elettorale a pochi giorni dal voto.

“Dopo la presentazione di un punto fondamentale del nostro programma come il palazzetto dello sport, nella proprietà Busacca, ritorniamo a Monticchio per chiarire la nostra attività di consiglieri del gruppo Patto con la Città, denigrata e diffamata da un volantino fatto circolare dai nostri avversari politici ed illustrare il cambiamento che vogliamo imprimere all’azione amministrativa – dichiara il candidato sindaco Lorenzo Balduccelli -. Inoltre parleremo della proposta, inserita del nostro programma, di una riduzione del 20% delle indennità di carica di assessori e consiglieri e della riduzione del 40% dell’indennità di carica del sindaco, nel caso non rinunci alla sua professione. Non si tratta di uno spot elettorale, ma della semplice riproposizione di una mozione che il nostro gruppo consiliare ha già presentato in Consiglio comunale nel 2012 che è stata bocciata dall’attuale maggioranza di Insieme per Massa Lubrense”.

All’appuntamento di Monticchio parteciperà con un intervento il senatore e professore Lucio Romano, membro delle commissioni Affari Costituzionali, Sanità, Diritti umani e della commissione di Inchiesta sugli infortuni sul lavoro, del gruppo Democrazia Solidale. Il senatore Lucio Romano è docente e dirigente medico dell’Università Federico II, professore di Bioetica e Past President della prestigiosa associazione Scienza e Vita.

Domani sera il comizio di chiusura di Giuseppe Cuomo

SORRENTO. E’ fissato per venerdì 29 maggio, alle ore 21:30, in piazza Angelina Lauro, il comizio elettorale del candidato sindaco della Città di Sorrento, Giuseppe Cuomo, e dei rappresentanti delle quattro liste della coalizione che lo sostiene: Con Noi per Sorrento, La Grande Sorrento, Il Ponte e Nuova Sorrento.
“Sarà l’occasione – dice il candidato alla riconferma – per illustrare ai concittadini i punti chiave del nostro programma, ricordare tutto quanto è stato realizzato dalla nostra amministrazione per il benessere dei sorrentini e per lo sviluppo del territorio, e per demolire con dati, documenti e azioni verificabili, tante bugie e menzogne messe in giro ad arte dai nostri avversari in queste settimane di campagna elettorale”.

L’appello al voto di Gennaro Cinque

VICO EQUENSE. Domenica 31 maggio si vota per scegliere il presidente della Regione Campania ed eleggere il nuovo Consiglio regionale. Il governatore uscente, Stefano Caldoro, ha dimostrato in questi anni concretezza e vicinanza ai cittadini, ai lavoratori, alle imprese che investono e creano occupazione. Abbiamo tutti un’importante occasione per dare sostegno a una persona seria e credibile. Stefano Caldoro è la personalità più adatta a garantire altri cinque anni di buongoverno.

Nel corso di queste settimane di campagna elettorale ho incontrato tanta gente sfiduciata dalla politica, ma la soluzione non è quella dell’astensionismo o del solo voto di protesta. Andare a votare e scegliere persone che sappiano amministrare e di cui si conosce la serietà e l’impegno è l’unica forma di protesta intelligente, perché ci si oppone a un sistema di mal governo e si propone una reale scelta di cambiamento. Votare per Forza Italia significa scegliere i valori dei moderati da mandare in Regione, perché i problemi della Campania vanno gestiti con equilibrio e rigore. Conosco bene vincoli e difficoltà nel gestire la cosa pubblica, sono stato sindaco di Vico Equense per nove anni, e tutti i giorni mi sono imbattuto nelle difficoltà dell’amministrare e del garantire i servizi fondamentali ai miei concittadini. Ciò nonostante sono andato avanti con passione e caparbietà.

In questo tempo la città che ho amministrato è cambiata profondamente: in tanti aspetti della vita quotidiana, nelle sue strutture fondamentali, nelle sue prospettive di futuro. Vi invito pertanto a sostenermi con il vostro voto, tracciando una croce su Stefano Caldoro, un’altra croce sul simbolo di Forza Italia e scrivendo, accanto al simbolo, Cinque. Possono votarmi tutti quelli che hanno la residenza nei 92 Comuni della Provincia di Napoli. Il mio impegno è totale, sono un sindaco del fare, ma il vostro aiuto è indispensabile per rendere questa Regione migliore.