Lunedì dovrebbero riprendere i lavori per la metanizzazione sul corso Italia

cantiere-metanizzazione-corso-italia

SORRENTO. Come era facilmente immaginabile durante lo scavo per la posa delle condotte per la metanizzazione lungo il corso Italia sono venuti alla luce reperti di epoca romana. Per questo la Soprintendenza ha imposto lo stop alle opere “al fine di effettuare le verifiche archeologiche di competenza”. I tecnici del ministero, quindi, sono al lavoro per datare i resti ritrovati, per poi dare il via libera alla ripresa delle attività del cantiere. “Già lunedì prossimo – spiega l’assessore Raffaele Apreda – contiamo che la ditta esecutrice possa tornare al lavoro. Comunque è stata decisa una piccola variante per cui la linea dello scavo sarà parzialmente modificata”.

Nel frattempo Apreda annuncia anche la ripresa delle opere di metanizzazione lungo via Capo. “La prossima settimana – dice l’assessore di Sorrento – si continuerà con la posa delle condotte dall’altezza dell’hotel La Tonnarella per proseguire fino all’imbocco di via degli Aranci”.

Prevista anche l’ultimazione del tratto in prossimità della frazione del Capo di Sorrento. “Stiamo definendo le modalità dell’intervento – conclude Apreda – in quanto sarà necessario interdire il transito almeno agli automezzi di grosse dimensioni per la durata dei lavori. In ogni caso stiamo tentando di stringere i tempi per poter procedere anche al rifacimento dell’asfalto tra il bivio del Nastro Verde e la piazzetta del Capo di Sorrento”.