Capri Watch - Fashion Accessories

La Folgore Massa si prepara alla sfida con Atripalda per avvicinare la vetta

pozzuoli-folgore-massa

Tra coloro che si sono distinti durante l’incontro al PalaErrico di Pozzuoli c’è il giocatore Bruno Borghetti, efficace in attacco e solido in ricezione, offrendo sempre più sicurezza alla Folgore Massa guidata da Nicola Esposito. I progressi sono frutto dell’energia impiegata nel lavoro quotidiano, della determinazione e della passione, così come dell’incoraggiamento di alcuni supporter speciali. Tifosi chiamati a raccolta per sostenere i biancoverdi nel prossimo derby con Atripalda per spingere la squadra a puntare alla vetta della classifica.

Il 2020 si è aperto come si era chiuso il 2019: una vittoria sul campo di Pozzuoli, l’ottava meraviglia consecutiva per continuare a sognare.

“Abbiamo fatto una bella prestazione di squadra, ma soprattutto conquistato 3 punti importanti espugnando l’ostico palazzetto flegreo. Pur dovendo rinunciare a due elementi di assoluto valore, Pozzuoli ha giocato una buona gara, servendo in maniera consistente e mettendoci spesso in difficoltà. Nel corso del match abbiamo lavorato molto bene, ed il successo è stato una logica conseguenza”.

La Folgore ha vinto da grande squadra. Pur mostrando qualche alto e basso, la squadra è sempre venuta fuori alla distanza, conquistando la vittoria senza cedere né punti e né set.

“È andata esattamente così. Siamo partiti con il freno a mano tirato, non riuscendo ad esprimerci al massimo delle nostre potenzialità, e questo ha un po’ pesato sul nostro gioco. Man mano abbiamo iniziato a mostrare più pazienza, difendendo ed attaccando in maniera più efficace rispetto a quanto fatto nel primo set. Sappiamo di poter fare ancora meglio, ma con esperienza abbiamo messo in cascina 3 punti davvero preziosi”.

Stai trovando grande continuità di rendimento. A Pozzuoli hai chiuso nuovamente in doppia cifra, mettendo giù punti pesanti a fine primo e terzo set. Tutto questo davanti ad alcuni tifosi speciali.

“È il frutto del lavoro che stiamo eseguendo in sala pesi, e poi nel corso degli allenamenti, grazie ai quali sto migliorando sempre più l’intesa con capitan Aprea e tutti gli altri compagni. Gianpio ripone molta fiducia in me, e sa scegliere i momenti in cui posso mettere giù gli attacchi migliori. I miei tifosi speciali sono mio fratello e la mia ragazza: purtroppo lui non può restare ancora a lungo, ma sta portando fortuna e quindi almeno fino al termine del girone di andata resterà al mio fianco!”.

Sabato c’è un altro derby molto insidioso contro Atripalda: che partita servirà per proseguire la marcia?

“Una squadra come la nostra deve sempre avere come obiettivo la vittoria. Ci aspetta una partita tosta, anche perché gli irpini si sono rinforzati sul mercato tesserando un opposto importante per la categoria. Siamo al lavoro già da martedì per preparare al meglio questo derby, e vogliamo fare risultato davanti al nostro pubblico”.

La tifoseria può essere un valore aggiunto?

“I nostri tifosi sono davvero unici. Ci seguono ovunque incitandoci dal primo all’ultimo punto, e nei momenti più difficili si trasformano nel settimo uomo in campo. Per battere Atripalda servirà un pubblico caldo, per conquistare la vittoria e pensare a qualcosa di grande”.

di Elena Stabile