Capri Watch, fashion accessories

Inquinamento elettromagnetico, i 5 Stelle chiedono più tutela al sindaco di Sorrento

ripetitore

SORRENTO. Più attenzione per la tutela della salute della popolazione soprattutto in merito all’esposizione all’inquinamento elettromagnetico. È quanto chiede Rosario Lotito del Movimento 5 Stelle al sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo attraverso una nota inviata al Comune. Iniziativa partita in concomitanza con la sperimentazione della nuova tecnologia 5G per i cellulari.

Di seguito il comunicato del Movimento 5 Stelle:

L’inquinamento atmosferico è senza dubbio una delle cause primarie di numerose e gravi malattie, ma c’è un altro grave pericolo che mette a rischio la salute umana e ambientale costituendo una delle forme di danno potenzialmente più pericolose, stiamo parlando di inquinamento elettromagnetico, non a caso definito anche killer invisibile perché a differenza di ogni altro pericolo (un fumo nero, odori) non abbiamo modo di percepirlo. In penisola l’inquinamento atmosferico ha raggiunto limiti allarmanti per la salute dei cittadini, oramai lo percepiamo materialmente ogni qual volta che respiriamo, ma qual’ è il grado di inquinamento elettromagnetico che pervade la nostra vita? Penso che pochi ne abbiano la percezione.

In questo periodo sta partendo la sperimentazione della rete 5G in vari comuni Italiani, tecnologia ancora poco studiata i cui effetti sono ancora sconosciuti. In virtù di così pochi studi in materia ed in virtù del principio precauzionale citato nell’articolo 191 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (UE) il quale afferma che “ove vi siano minacce di danno serio o irreversibile, l’assenza di certezze scientifiche non deve essere usata come ragione per impedire che si adottino misure di prevenzione della degradazione ambientale”, e dell’art. 32 della Costituzione italiana “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana” abbiamo invitato il sindaco di Sorrento, attraverso una nostra dettagliata richiesta protocollata, a valutare azioni amministrative finalizzate ad impedire l’esposizione della popolazione comunale a fonti addizionali di inquinamento elettromagnetico, collaborando fattivamente con la cittadinanza intera, affinché venga scongiurata l’irradiazione ubiquitaria, permanente e massiccia di pericolose e inesplorate radiofrequenze dall’elevato campo elettrico, particolarmente rischiose per persone elettrosensibili, per donne incinte, malati, neonati, bambini, anziani, portatori di protesi e pacemaker. La tutela della salute dei cittadini prima di tutto.