Capri Watch fashion & Accessories

Indagati il sindaco ed il comandante dei vigili di Meta

giuseppe-tito1

META. Otto persone, tra cui il sindaco Giuseppe Tito, indagate a vario titolo per corruzione, peculato, abuso d’ufficio, turbativa d’asta, falso ideologico, induzione indebita a dare o promettere utilità, appropriazione indebita ed emissione di fatture false. Si tratta dei reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata.

Tra gli indagati figura anche il primo cittadino di Meta, che questa mattina si è visto notificare dalla Guardia di Finanza della tenenza di Massa Lubrense un avviso di conclusione delle indagini. Coinvolto anche il comandante della polizia municipale della cittadina costiera, Rocco Borrelli, due funzionari e quattro imprenditori.

A quanto sembra Tito sarebbe finito sotto inchiesta per corruzione e induzione indebita per fatti che risalgono al 2012 quando era assessore della Giunta Trapani. A carico del sindaco il gip del Tribunale di Torre Annunziata ha disposto anche un sequestro preventivo di beni per 15mila euro.