Il Riesame dice no all’arresto del sindaco Tito

tito

META. Niente arresti domiciliari per il sindaco di Meta, Giuseppe Tito e per l’imprenditore Antonino Staiano, così come è stata rigettata la richiesta di imporre il divieto di dimora al comandante della polizia municipale, Rocco Borrelli ed all’altro imprenditore, Aniello Donnarumma. Il Tribunale del Riesame di Napoli ha respinto i ricorsi del sostituto procuratore di Torre Annunziata, Silvio Pavia, che chiedeva l’applicazione di misure cautelari nei confronti di quattro dei sette indagati per l’inchiesta relativa all’affidamento del servizio di trasporto interno, agli appalti per il parcheggio sulla Marina di Meta e per le luminarie natalizie. In pratica è stata confermata la decisione del Gip di Torre Annunziata, Antonello Anzalone.

Nei prossimi giorni, comunque, il pm Pavia potrebbe depositare la richiesta di rinvio a giudizio per tutti i sette indagati. Nella vicenda, infatti, risultano coinvolte anche le dirigenti del Comune di Meta, Rina Paolotti e Paola De Maio e l’imprenditrice Carmela Izzo.