I giudici obbligano il Comune a realizzare la fogna bianca

condotta-fogna

SORRENTO. E’ arrivata una sentenza della Corte d’Appello di Napoli a decretare che il Comune è obbligato a realizzare la rete per la raccolta delle acque bianche in via Rivezzoli. A ricorrere ai giudici sono stati alcuni residenti della zona collinare che hanno chiamato in giudizio l’ente di piazza Sant’Antonino ed anche la Gori. La sentenza, quindi, “condanna il Comune di Sorrento, in persona del sindaco pro tempore, ad eseguire, a sua cura e spese, le opere necessarie al regolare deflusso delle acque meteoriche su via Rivezzoli”.

Successivamente c’è stato un accordo tra le parti con l’amministrazione che ha demandato al geometra Giuseppe Gargiulo di Sorrento il compito di realizzare il progetto esecutivo delle opere. Elaborato che è stato accolto positivamente da coloro che avevano chiamato in giudizio il Comune.

Ora, quindi, la Giunta municipale, su proposta del sindaco Giuseppe Cuomo, ha dato il proprio via libera all’elaborato, stanziando anche le risorse necessarie all’esecuzione dei lavori, pari a 25mila e 700 euro. Cifra che verrà prelevata da un’apposita posta del bilancio destinata a finanziare gli interventi per la manutenzione stradale e degli immobili comunali.