I carillon della “Collezione Salierno” in mostra a Villa Fiorentino

collezione-salierno

SORRENTO. A Villa Fiorentino arrivano i carillon della “Collezione Salierno”. L’esposizione permanente, allestita nei locali seminterrati della dimora sede della Fondazione Sorrento, può essere visitata tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Solo il sabato e la domenica l’orario viene prolungato fino alle 20. L’ingresso è gratuito, salva la concomitanza con altra iniziativa.

Enrico Salierno viveva nel centro storico di Sorrento, ma negli anni Sessanta, così come tanti intarsiatori ed ebanisti della città, si trasferì in America per commercializzare quelle che all’epoca erano produzioni tipiche di eccellenza della costiera sorrentina: gli articoli in legno intarsiato all’interno del quale veniva montato un carillon che proponeva le melodie più conosciute della tradizione napoletana.

Enrico Salierno fece fortuna oltreoceano, ma non dimenticava le sue origini, tanto che ogni anno tornava a Sorrento, accompagnato dalla moglie, per rivedere parenti ed amici e magari predisporre gli ordini degli articoli da far arrivare al suo negozio di Los Angeles.Quando, negli anni 2000, andò in pensione, Enrico Salierno manifestò la volontà di testimoniare, in maniera tangibile, l’attaccamento alle proprie radici donando alla città ed agli artigiani sorrentini, la parte del suo patrimonio che più lo legava al mondo dal quale proveniva: una collezione rarissima di carillon raccolta negli anni, montati su mobili tanto opera degli intarsiatori di Sorrento, quanto realizzati da artigiani di altre parti del mondo.

Delegò l’amico di sempre, Mario Cimmino, per portare a termine l’operazione, non del tutto semplice. La volontà, più volte espressa, all’indomani della sua morte, è stata realizzata in maniera concreta dalla moglie di Enrico Salierno grazie anche alla collaborazione tra il Comune di Sorrento e l’Unione Artigiani Intarsio Sorrentino, che hanno organizzato il complesso trasporto delle opere donate da Los Angeles a Sorrento. Salierno aveva espresso anche la volontà che i carillon venissero ospitati in un luogo dove potessero essere custoditi ed esposti al pubblico, e la scelta è caduta su Villa Fiorentino.

La Fondazione Sorrento, pertanto, è orgogliosa di comunicare l’apertura dello spazio dedicato alla “Collezione Salierno” al piano interrato nella sala che verrà dedicata a “Enrico Salierno, artigiano di Sorrento”.