Tre gol al Castel Rigone: Il Sorrento centra i play out

Sorrento-calcio

di Ivan Esposito

Bastava un punto ai rossoneri per accedere agli spareggi per mantenere la Lega Pro, ma i costieri si prendono l’intera posta in palio, conquistando così anche il miglior piazzamento in griglia. Primo tempo in sordina per gli uomini di Simonelli, che partono contratti e rischiano addirittura di capitolare con Scappini che si presenta solo davanti a Miranda: miracoloso l’intervento del numero uno brasiliano.sorrento-foto

Risponde il Sorrento, che spinge soprattutto sulla destra con D’Anna e Imparato, ma non riesce a trovare il guizzo vincente con Innocenti prima e Maiorino poi. Termina così la prima frazione, con le reti inviolate e tanta apprensione tra i rossoneri, complici anche i risultati che arrivavano dagli altri campi. Inizia la ripresa e subito cambia la musica: dal fischio d’inizio parte l’azione che produce l’angolo conquistato da Coppola. Dal corner va Maiorino, cross teso e tacco di Catania “alla Mancini” per il vantaggio del Sorrento.

È tutta un’altra partita. Villagatti e compagni non si fermano, non danno respiro ai blu e cercano il raddoppio, che arriva, puntuale, con una bella azione personale di Maiorino. Il Castel Rigone prova almeno a salvare l’onore ma soccombe ancora sotto i colpi del neo-entrato Lettieri, che trova l’incrocio dei pali con un bel tiro a giro dal limite. Risultato in ghiaccio e rossoneri che controllano, concedendo però,a 3 minuti dalla fine, il rigore che permette a Scappini (ex di giornata) di siglare l’1-3 finale.

Al triplice fischio arriva la notizia della sconfitta del Martina a Messina che permette ai rossoneri di conquistare il nono posto che consentirà di giocare il ritorno della semifinale con l’Arzanese tra le mura amiche. Con l’augurio che il pubblico sorrentino possa essere il dodicesimo uomo per la conquista della Lega Pro unica.