Frana al Capo di Sorrento: al via gli interventi di messa in sicurezza

Frana-giorno-2-press1

SORRENTO. Da ieri gli operai del Genio Civile sono al lavoro per drenare l’acqua depositatasi alla base del fronte franoso. Al momento è proprio questa una delle operazioni più urgenti da attuare al fine di poter ripristinare la regolare viabilità lungo la strada Provinciale 7, l’arteria che collega Sorrento al centro cittadino di Massa Lubrense. È necessario, infatti, verificare che il terreno dove lo smottamento si è arrestato sia in grado di reggere al peso di decine di metri cubi di detriti senza scivolare verso la strada.

Nel frattempo i tecnici del Comune e quelli dell’Agenzia regionale per la Difesa del Suolo continuano a monitorare l’area per verificare eventuali ulteriori cedimenti.

L’amministrazione, invece, si è mobilitata per assistere le famiglie che abitano contrada Li Simoni, rimasta isolata dopo il crollo di un ampio tratto di via Fontanelle avvenuto in seguito all’evento franoso di martedì scorso. Alcuni dei residenti sono stati evacuati perché le loro abitazioni sorgono in zone considerate a rischio. Si tratta di otto nuclei familiari, ai quali bisogna aggiungere coloro che risiedevano nelle due case distrutte dallo smottamento. Anche altre persone, però, soprattutto anziani, hanno deciso di abbandonare la zona preoccupati dal fatto di trovarsi in un’area irraggiungibile in caso di emergenza medica. “Siamo disponibili ad offrire la necessaria assistenza a quanti ne avessero bisogno – afferma il sindaco Cuomo -. Al momento ci risulta che la maggior parte degli sfollati sono ospiti di parenti, ma se servisse potrebbero essere alloggiati in albergo. A spese del Comune, ovviamente”.

Frana-giorno-21

Per risolvere il problema relativo all’isolamento della zona collinare lo stesso primo cittadino di Sorrento ha disposto la requisizione provvisoria, per un periodo di almeno sei mesi, di alcune parti di fondi agricoli privati all’interno dei quali sarà realizzata una strada, lunga 50 metri e larga 3, che consentirà di collegare la frazione de Li Simoni con via Nastro Verde. Una volta superata l’emergenza il Comune si impegna a riconsegnare le aree ai legittimi proprietari esattamente nelle condizioni in cui si trovano oggi.

Da ieri, inoltre, gli autobus dell’Eav raggiungono nuovamente la piazzetta del Capo di Sorrento. Dopo la chiusura della Provinciale 7 gli automezzi del trasporto pubblico, non potendo più raggiungere Massa Lubrense, facevano capolinea all’incrocio di via Nastro Verde. Ciò, però, provocava disagi alla popolazione, per cui è stato stabilito di spostare lo stazionamento all’imbocco di via Calata Punta Capo, così come avveniva in passato.