Finti addetti dell’Enel: caccia alla banda che opera in penisola

truffa

SANT’AGNELLO. Forze dell’ordine e vigili urbani sono a lavoro per dare un volto ai criminali che, nell’ultimo mese, stanno mettendo a segno delle truffe porta a porta in penisola sorrentina. Le denunce più recenti arrivano da Meta e da Sant’Agnello. “Sono giovani, probabilmente dell’hinterland napoletano, bussano al citofono e dicono di lavorare per l’Enel. Una volta in casa – racconta una vittima – chiedono di visionare l’ultima bolletta, e dopo un po’ offrono un nuovo contratto, a costi minori, con un pagamento dilazionato sul lungo periodo. Tutto sembra normale poi a un certo punto ti fanno firmare il nuovo contratto e, ovviamente, ti chiedono di pagare un acconto”. A quel punto il gioco è fatto, intascano i contanti e si danno alla fuga.

Un modus operandi non nuovo, che principalmente vede gli anziani tra le vittime preferite. In questi casi è sempre meglio non fidarsi, ma sopratutto non pagare nessuno prima di aver verificato.