Evade dai domiciliari e ruba scooter a Sant’Agnello, arrestato con un complice

ladrodiscooter

SANT’AGNELLO. Evade dai domicliari per rubare uno scooter in penisola sorrentina, ma viene arrestato insieme ad un complice lungo la Statale 145 mentre tenta di allontanarsi dalla costiera. A compiere il furto del motociclo sono stati un 34enne ed un 30enne, entrambi di Napoli, che deve rispondere di furto aggravato in concorso e quest’ultimo, anche di evasione.

I fatti si sono svolti nel pomeriggio di oggi. I carabinieri della stazione di Piano di Sorrento, sono stati avvertiti in merito ad uno scooter sospetto con due persone a bordo. Nella zona di Scutolo i militari sono riusciti a bloccare il veicolo con il solo 34enne a bordo, mentre un altro motociclo, condotto dal 30enne e che viaggiava in coppia con il primo, è riuscito a darsi alla fuga.

Poco dopo, i carabinieri della stazione di Vico Equense, già allertati, hanno fermato, in località Seiano, il pregiudicato di Napoli che era riuscito poco prima a fuggire, notandolo, durante il filtraggio del traffico veicolare in direzione Napoli, in atteggiamento sospetto a bordo di un Honda SH300, corrispondente alla descrizione fornita dai colleghi di Piano di Sorrento.

Le successive verifiche hanno consentito ai carabinieri di accertare che lo scooter guidato dal 30enne era stato rubato, poco prima, a Sant’Agnello, dove era parcheggiato in strada, mediante l’effrazione del sistema di accensione ed, inoltre, di rilevare che l’uomo era già sottoposto al regime di arresti domiciliari per altra causa. L’arrestato, quindi, dovrà rispondere, domani presso il Tribunale di Torre Annunziata, nel giudizio per direttissima, anche del reato di evasione. Lo scooter rubato è stato restituito al legittimo proprietario.