Delegazione di Sorrento in Giappone

gemellaggio-sorrento-kumano

SORRENTO. Una delegazione del Comune, guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo, e dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, rappresentato da Alfonso Paolella, si recherà la prossima settimana in Giappone per rinnovare il gemellaggio che dal 2001 lega una delle più note località turistiche italiane alla città di Kumano, capitale della spiritualità giapponese, le cui antichissime vie di pellegrinaggio sono state dichiarate dall’Unesco, nel 2004, Patrimonio dell’Umanità.

La visita nel Paese del Sole Levante avrà come prima destinazione Tokyo, dove è previsto un incontro con l’ambasciatore italiano in Giappone, Domenico Giorgi e con il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Giorgio Amitrano, con l’obiettivo di definire il programma di iniziative previsto nel prossimo mese di ottobre, a Sorrento, nell’ambito dell’edizione 2016 del Festival di Cultura Giapponese.

Sempre a Tokyo è in programma un incontro con il presidente della Japan Foundation, Hyroyasu Ando, già ambasciatore del Giappone in Italia dal 2009 al 2011.

Il viaggio, che prevede una fitta agenda di incontri con autorità e rappresentanti istituzionali nazionali e locali, toccherà le località di Kyoto, per oltre un millennio capitale del Giappone, Ise-Shima, sede, dal 26 al 28 maggio prossimi del vertice del G7 e, ancora, Osaka, uno dei maggiori distretti commerciali, industriali e portuali e seconda città del Giappone per numero di abitanti.

Particolarmente attesa la tappa di Kumano, dove la delegazione sorrentina sarà accolta presso il Palazzo della Municipalità dal sindaco Kanji Kawakami, ospite a sua volta, lo scorso anno, dell’amministrazione comunale di Sorrento. In calendario, oltre a numerose cerimonie pubbliche, anche la piantumazione di due alberi di ulivo, in omaggio a Sorrento. Alla cittadina costiera sarà anche intitolata una risaia, come simbolo del forte legame tra i due popoli.

“Sono trascorsi ormai 15 anni dalla sottoscrizione dell’atto di gemellaggio tra Kumano e Sorrento – dichiara il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo -. Tre lustri, scanditi da tante iniziative e scambi. Da ricordare che, ogni anno, una rappresentanza di ragazzi di Kumano viene accolta durante il periodo natalizio da famiglie sorrentine: un modo per trasmettere loro le tradizioni e la quotidianità del vivere nella nostra comunità. La nostra missione in Giappone cade in occasione dei 150 anni del Trattato di Amicizia e di Commercio tra Italia e Giappone, che vede oggi i nostri Paesi ancora profondamente uniti, nei valori della democrazia e del pacifismo. L’immagine di un ventaglio, elemento della cultura giapponese, ispirato ai colori delle bandiere dei due Paesi, scelto per celebrare questa amicizia che dura ormai da centocinquanta anni, è anche il simbolo di questo nostro incontro, che sarà soprattutto all’insegna della reciproca crescita culturale”.