Confermato il divieto di balneazione per Marina Grande

marina-grande-sorrento

SORRENTO. Si sperava nelle controanalisi sulla qualità del mare perchè venisse revocata l’ordinanza del sindaco Cuomo in merito al divieto di balneazione per Marina Grande. Invece le nuove verifiche effettuate dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpac) hanno evidenziato una situazione ancora peggiore rispetto alla precedente.

In particolare, risulta che i valori relativi agli enterococchi intestinali hanno raggiunto il numero di 697, contro un limite di 200. Ancora peggiore la situazione relativa all’escherichia coli, che può arrivare ad un massimo di 500 unità ed invece a Marina Grande è stato rilevato che la soglia è schizzata a 2005. Ciò significa che il divieto di balneazione resta confermato.

Una questione preoccupante che mette a rischio le attività balneari della zona e, soprattutto, la salute dei bagnanti. In merito il Pd di Sorrento ha deciso di scrivere una lettera ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti ed al neo governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Nel documento vengono evidenziati i problemi relativi ai ritardi nella realizzazione del nuovo depuratore di Punta Gradelle e nella dismissione dell’impianto che sorge proprio a Marina Grande.