Capotreno picchiato sul Sorrento-Napoli

Circum11

Il capotreno li costringe a fare il biglietto e loro lo colpiscono alla testa e lo spintonano, procurandogli un ematoma e altre contusioni. Il nuovo episodio di violenza ai danni di un dipendente della Circumvesuviana si è consumato sul treno partito da Sorrento per Napoli. Ad agire sono stati tre ragazzi, tutti di circa venti anni.

Saliti alla stazione di Sorrento, hanno subito cominciato a dare fastidio agli altri passeggeri. Il capotreno si è avvicinato e ha chiesto se avessero il biglietto. Ricevuta risposta negativa, li ha invitati a scendere e a comprarlo, altrimenti non avrebbero potuto viaggiare nel treno.

I tre hanno ubbidito ma, poco prima della stazione di Ercolano, hanno raggiunto il capotreno nella cabina di comando e, con una scusa, lo hanno avvicinato. A quel punto uno di loro lo ha prima insultato e poi gli ha dato una manata in faccia. L’uomo è stato poi spinto contro la cabina e ha battuto la testa.

Nel frattempo i tre sono scappati, uno dentro la stazione di Ercolano, altri due lungo i binari. Il capotreno ha riportato un ematoma esterno e una serie di contusioni alla spalla e al braccio. Ricoverato all’ospedale Loreto Mare di Napoli, è stato dimesso. Al drappello di polizia dell’ospedale ha presentato una denuncia contro ignoti: ora le forze dell’ordine acquisiranno le immagini per cercare di risalire ai tre teppisti