Brutto pareggio del Napoli a Livorno: Che sia colpa del ritorno alle maglie azzurre?

Reina-autogol

“Non è vero, ma ci credo”. Una filosofia che vale ovunque, ma che a Napoli, culla della scaramanzia, assume connotati particolari.

 

Nelle scorse settimane i tifosi hanno fatto sentire a gran voce il loro malumore per l’adozione delle divise di colore giallo, considerate portafortuna dal patron De Laurentiis. “Rivogliamo le storiche maglie azzurre”, questa la protesta dei supporter del Napoli. E ieri, in occasione della trasferta di Livorno sono stati accontentati. Risultato? Uno scialbo pareggio contro i padroni di casa.

Certo se la squadra accusa delle preoccupanti flessioni non è colpa dei colori delle maglie. Ma se si guarda allo sfortunato autogol di Reina, allora qualche dubbio sorge spontaneo.

In ogni caso ieri si è capito che il Napoli non può prescindere da Albiol, dimostratosi nel corso della stagione vero baluardo della difesa e, soprattutto, dal bomber Higuain, non solo cannoniere, ma anche assist-man e uomo squadra. Peraltro in attacco manca una valida alternativa: Zapata non è all’altezza e Pandev sembra sempre più avviato verso un inevitabile declino.

Non tutte le domeniche, inoltre, si trova la Lazio che fa lo sgambetto alla Fiorentina ed alla fine ci si ritrova con il bicchiere mezzo pieno per aver guadagnato un punto nella lotta per un posto Champions. Ora Benitez, di solito accomodante, ha deciso di fare la voce grossa strigliando tutti. Si spera che la scossa serva.

Comunque per domenica sera, in occasione della delicata partita interna con la Roma aspettiamoci di nuovo le maglie gialle.

RIPRODUZIONE RISERVATA