Blitz dei vigili contro le occupazioni abusive di suolo pubblico

Multe

SORRENTO. Raffica di controlli da parte degli agenti della polizia municipale nei confronti delle attività commerciali che violano le disposizioni in materia di occupazione di suolo pubblico temporanea. In pratica si tratta degli esercizi che non sono in regola con i pagamenti della Cosap in quanto hanno un’autorizzazione scaduta, ma non hanno rimosso la struttura posizionata su suolo demaniale.

Dall’inizio del 2016 gli agenti del comandante Antonio Marcia hanno comminato ben 157 sanzioni amministrative contro altrettanti titolari di negozi che non hanno rinnovato la concessione entro i termini stabiliti (ossia 15 giorni prima della scadenza della precedente autorizzazione). Le multe ammontano, in genere, a 150 euro, ma possono arrivare fino a 500 euro con la sospensione dell’occupazione.

Nel corso degli stessi controlli sono stati sanzionati anche i proprietari di alcune strutture ricettive. Per i titolari di due bed and breakfast, di 3 affittacamere ed un albergo sono arrivate multe per un totale di 15mila euro. Ad un ristorante che aveva una sala abusiva, inoltre, è stata comminata un’ammenda di 5mila euro.

Ma la mazzata più pesante è stata inflitta a coloro che avevano convogliato gli scarichi fognari delle abitazioni o degli esercizi commerciali nella rete della pluviale. Dal primo gennaio di quest’anno sono 5 i soggetti per i quali è scattata una sanzione di ben 60mila euro ciascuno. Cifre che, comunque, non entrano nelle casse del Comune, ma vanno alla Regione Campania.