Arrivano le centraline per il monitoraggio delle fonti di radiazioni elettromagnetiche presenti a Sorrento

antenna

SORRENTO. Censire tutte le sorgenti elettromagnetiche presenti sul territorio comunale per verificare il livello di esposizione cui è soggetta la popolazione.

 

È l’obiettivo di un progetto varato dalla Giunta e che troverà concreta attuazione nei prossimi giorni. Un provvedimento del servizio gare e manutenzione, infatti, prevede l’installazione di due centraline in altrettanti punti nevralgici della città.

Le apparecchiature avranno lo scopo di monitorare la portata delle emissioni di campi elettromagnetici generati dagli impianti per la telefonia mobile e dai ripetitori radiotelevisivi.

L’azienda specializzata cui è stato affidato l’incarico di svolgere il servizio effettuerà anche uno screening del territorio, grazie a sofisticate strumentazioni per la geolocalizzazione, allo scopo di censire tutte le fonti di emissione. Una volta completato lo studio si potrà redigere una mappa delle sorgenti ed anche verificare se chi le ha installate è in possesso di tutte le necessarie autorizzazioni tecnico-amministrative. Il progetto dell’amministrazione consentirà anche di individuare aree idonee alla delocalizzazione degli impianti per le telecomunicazioni già esistenti.

I risultati delle analisi ambientali saranno poi pubblicate, con cadenza quotidiana, sia sul sito internet dell’azienda (www.tesem.it), che su quello istituzionale del Comune di Sorrento. In tal modo i cittadini potranno sapere in qualsiasi momento quali sono i punti della città dove si registrano i picchi maggiori di elettrosmog.

Previste, infine, diverse sessioni di misura presso aree critiche del territorio che saranno individuate dai tecnici dell’azienda e da quelli dell’ente di piazza Sant’Antonino.

RIPRODUZIONE RISERVATA