Accattonaggio lungo via Sersale, proteste di residenti e commercianti

via-sersale1

SORRENTO. E’ una delle stradine più caratteristiche della città del Tasso, ma è anche il punto nevralgico dove ogni giorno si danno appuntamento mendicanti e rom per chiedere l’elemosina.

A pochi metri dalle mura antiche della città e vicino ad uno dei meeting-point dove avviene la sosta dei pullman turistici. Una zona certamente super trafficata e chiusa al traffico, l’ideale per chi vuole attrarre l’attenzione dei passanti, soprattutto i turisti che più facilmente si muovono a compassione. I commercianti da anni segnalano il problema alle autorità, ma nessuno sembra essere in grado di intervenire in maniera risolutiva.sersale-elemosina

“Si danno il cambio, appena va via uno ne arriva un altro” ci conferma il titolare di un’attività di via Sersale. E’ probabile che, come avviene quasi sempre, dietro questa richiesta di aiuto “studiata”, vi sia la mano della criminalità organizzata, che a fine giornata chiede la sua fetta del ricavato. Un business silenzioso che fa leva sull’umanità della gente. A lamentarsi non sono solo i residenti e i negozianti, ma anche i turisti, stufi di essere pressati dalle asfissianti richieste di denaro.